SERIE D: LA PRO VASTO NELL’ANTICIPO RIAPRE IL CAMPIONATO. 2-0 ALLA CAPOLISTA FANO

Un gran gol di Digno e la rete di Ludovisi rilanciano i biancorossi nella corsa al primo posto

Che furia questa Pro Vasto… I ragazzi di Di Meo non finiscono di stupire. E, nell’anticipo dell’undicesima giornata di ritorno, schiantano il Fano per due reti a zero. Una vittoria che vale doppio, quella portata a casa dai vastesi, perché conquistata allo Stadio “Mancini”, roccaforte del tifo granata. La gara non è mai stata seriamente in discussione, con la Pro Vasto che è andata in difficoltà solo in rare circostanze. Il Fano, dal canto suo, si è dimostrato molto timoroso. E anche lo schieramento tattico – caratterizzato dalla presenza dell’unica punta Bartolini – lo dimostra.

Abbiamo giocato bene – commenta il ds Nicola Bellandrini da quando sono rientrati tutti gli indisponibili è tutta un’altra storia. Abbiamo sofferto i numerosi infortuni e squalifiche, ma adesso che la squadra è al completo ci crediamo. Sono soltanto tre i punti di distacco e il campionato è ancora lungo. E intanto domenica prossima il Fano andrà a Casoli, mentre noi incontreremo il Grottammare tra le mura amiche. Con sei partite ancora da giocare può succedere di tutto“.

Gara subito viva davanti ad oltre duemila spettatatori. Il gol del vantaggio arriva al minuto 27 della ripresa. E a metterlo a segno è Digno (nella foto), subentrato a Fiore solo da qualche minuto. Il centrocampista vastese raccoglie un assist di Avantaggiato proveniente dalla sinistra e, con uno splendido destro al volo, gonfia la rete. Nulla da fare, dunque, per Lombardi che può solo vedere la sfera infilarsi sul secondo palo. Il momento di ebbrezza biancorossa sembra sfumare intorno alla mezz’ora: Scudieri viene espulso per doppia ammonizione. Ma è solo una sensazione, perché la Pro Vasto continua a controllare il Fano.

Possesso palla e concretezza: ecco le armi vincenti della compagine biancorossa. I padroni di casa si rendono pericolosi solo al 40′. Ma Gaudino, in tuffo, devia in angolo una bordata di Marchetti. Poi gli abruzzesi riprendono coraggio e, nonostante l’inferiorità numerica, vanno vicini al raddoppio in un paio di circostanze (Soria e Potenza creano più di un grattacapo alla retroguardia granata). Il due a zero diventa realtà a tempo scaduto. Al 94′ Ludovisi, lanciato da Potenza, è bravo a trasformare in oro un velocissimo contropiede.

Così, nel migliore dei modi, si conclude una delle giornate più belle degli ultimi anni per il calcio vastese. Ora si può iniziare a sognare: la vetta della classifica da questa sera è distante solo tre punti. Onore e merito, dunque, alla Pro Vasto. Che è riuscita a rialzarsi nel momento di maggiore difficoltà. La promozione, dopo la cocente sconfitta nel derby con la Pro Vasto, era diventata un’utopia. E invece i biancorossi si sono rialzati nel momento di maggiore difficoltà, dimostrando di essere una squadra con un cuore grande così. Che, conquistando quattro vittorie consecutive, ha riaperto un campionato che, ormai, sembrava andato agli archivi. Il Fano inizia a tremare…

Ed ecco il tabellino della gara.

FANO – PRO VASTO 0 – 2 (0 – 0)

FANO: Lombardi, Luchetti (18′ st Roncarati), Fenucci, Ionni, Amaranti, Pentucci, Barbieri (32′ st Omiccioli), Marchetti, Scoponi, Bartolini, Duranti (15′ st Carbonari). Allenatore: Gaudenzi.

PRO VASTO: Gaudino, Scudieri, Cioffi, Okoroji, Gargiulo, Avantaggiato, Ferreyra (31′ st Ciotti), Fiore (24′ st Digno), Bonfiglio (24′ st Soria), Potenza, Ludovisi. Allenatore: Liso (squalificato Di Meo).

Arbitro: Federico La Penna di Roma (Oronzo De Mitri e Alessandro Viola)

Reti: 27′ st Digno (Pro Vasto), 49′ st Ludovisi (Pro Vasto)

Espulsi: Scudieri (Pro Vasto) al 29’st per doppia ammonizione e Ferrari (secondo portiere del Fano) per proteste dalla panchina.

Ammoniti: Avantaggiato (Pro Vasto); Ionni, Amaranti, Pentucci, Bartolini e Roncarati (Fano)

Note: duemila spettatori circa; recupero 2’ e 6’.

Gianluca Lettieri