SERIE D: ISCRIZIONI E RIPESCAGGI, VERSO IL RUSH FINALE

Francavilla e Recanatese virtualmente promosse, quasi nulle le chances del Paterno

Serie-D-LogoScade alle ore 17 di lunedì 24 luglio il termine perentorio per presentare ricorso alla Co.Vi.So.D. da parte delle società di serie D bocciate in primo grado dalla stessa commissione di vigilanza. 157 le domande presentate e poste al vaglio dell’organo di controllo, 156 dopo la decisione dell’Ancona, che nella giornata di ieri ha rinunciato all’iscrizione “accodandosi” ad Altovicentino, Macchia, Melfi, Racing Roma e Real Metapontino che avevano alzato bandiera bianca già il 12 luglio, termine “ordinatorio” per le iscrizioni.

Non essendoci società soprannumerarie, sono pertanto 6 i posti già liberi in serie D, ma potrebbero essere quasi o almeno il doppio se ci saranno cinque società in grado di presentare un’onerosa domanda di ripescaggio per rimpiazzare Como, Latina, Maceratese, Mantova e Messina, già cancellate dalla serie C. In lizza ci sono Triestina, Rende, Rieti, Varese e Virtus Vecomp Verona, ma occhio al Lumezzane, unica tra le retrocesse ad essere più o meno interessata a rientrare tra i professionisti dalla porta di servizio.

Fideiussioni per 550mila euro e fondo perduto per 300mila, tassa d’iscrizione per 105mila euro: contando i soldi già sborsati per l’scrizione in serie D, per la terza serie serve un milione di euro oltre che un impianto idoneo e senza deroghe, un concorso al quale possono partecipare le sole aventi diritto (retrocesse dalla Lega Pro e partecipanti ai play-off di serie D che non siano state già ripescate e che non siano state penalizzate nelle ultime annate). Giovedì 20 luglio il Consiglio Federale, ripescaggio possibile fino al 28 luglio.

Antenne dritte anche per le società che hanno richiesto il ripescaggio in serie D: 19 le domande, in “pole” le 15 società tra le perdenti dei play-off nazionali di Eccellenza e le retrocesse dalla serie D. Al momento 6 i posti liberi in D, potrebbero salire almeno ad 11 se ci saranno 5 domande di ripescaggio valide per la C, senza contare che qualche altra società potrebbe non superare l’esame di riparazione della Covisod: Sasso Marconi, Olginatese, Francavilla, Recanatese, Acireale e Sangiovannese sono virtualmente in D.

Le altre? Zenith Audax, Roccella, Tortona, Legnano e Cittanovese sperano, ma il loro destino dipende o da altre defezioni delle prossime ore in serie D (ci sono almeno un paio di situazioni delicate) o dalle domande di ripescaggio nella vecchia Lega Pro (sembra che cinque candidate siano pronte, ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo un milione di euro e non solo), mentre serve un altro terremoto per Agropoli, Levico Terme, Muravera e Castrovillari. Improbabile il ripescaggio per Virtus Castelfranco, Paterno e Torres, in coda.

Ma. San.