PROMOZIONE A – L’AQUILA ESCE A TESTA ALTA DA NOTARESCO

BarbatoPrima amichevole di un certo prestigio per l’Aquila Calcio 1927 del tecnico Roberto Cappellacci, che perde 4-3 contro il S.N. Notaresco in trasferta, contro la formazione di casa che milita nel campionato di Serie D.

Ottimo avvio della formazione rossoblù che passa in vantaggio, dopo appena dieci minuti, con l’ultimo arrivato Marco Di Benedetto.

Passano due minuti e la formazione ospite raddoppia con Pizzola, facendo un pó innervosire la squadra di casa; dopo venti minuti il S.N. Notaresco ha la possibilità di accorciare le distanze, ma il giovane portiere ospite classe 2000 Barbato (nella foto),  para un rigore addirittura a Sansovini.

Padroni di casa che prendono in mano le redini del gioco e tre minuti più tardi accorciano le distanze grazie ad una sfortunata autorete di capitan Di Francia. Prima della mezzora arriva il pareggio della formazione teramana siglato da Romano e sei minuti più tardi Sansovini si fa perdonare l’errore dal dischetto, siglando la rete del 3-2.

Sempre l’ex giocatore del Pescara sul finale di tempo si regala la doppietta personale, portando a quattro le reti dei suoi.

Dopo un primo tempo bello e divertente, nella ripresa la gara cala d’intensità, anche perché entrambe le squadre cambiano tanto e nessuno vuol farsi male.

A dieci minuti dalla fine arriva il terzo gol aquilano, anche questo firmato da un ex Pescara, Damiano Zanon.

Il match si chiude qui, con l’Aquila che per venti minuti ha tenuto testa alla formazione di casa, ma poi il tasso tecnico e soprattutto la condizione fisica, hanno fatto la differenza.