PROMOZIONE – LA “COPPA MANCINI” VA IN VALLE ROVETO

Contro l'Altinrocca un gol di Ribeiro Dos Santos incorona Civitella Roveto regina della Promozione abruzzese

Non solo una bella gara di calcio, la finale “Nello Mancini” è stata soprattutto una piacevole giornata di sport.

Impeccabile l’organizzazione della società rovetana che ha accolto squadra e dirigenza avversaria (e non solo), nel migliore dei modi.

La società del Civitella Roveto voleva disputare questa finale sul proprio terreno di gioco, presentato tra l’altro in ottime condizioni, e alla fine ha avuto ragione, tanto per lo spettacolo offerto in campo, quanto per l’organizzazione dell’evento, curato personalmente dal ds tuttofare Americo Alfano al quale vanno riconosciuti grandi meriti per i successi della sua squadra. Se aggiungiamo l’eleganza e l’ospitalità del presidente Maurizio Persia, il quadro è davvero completo e si comprendono meglio le ragioni di questo eccezionale risultato sportivo.

In campo, poi, ci ha pensato il buon Fabio Iodice, che ha confermato ancora una volta quanto di buono si dice sul suo conto, a conquistare la Coppa. Tanto Civitella nel primo tempo: alla mezzora una terrificante punizione dal limite dell’area colpisce l’incrocio dei pali con la palla che finisce tra le mani di Garibaldi, tre minuti dopo è Ruscitti che si gira in area e fa gridare al gol, ma ancora Garibaldi, con un grande intervento, manda la palla in angolo. Poi è la volta di Iezzi, che non riesce a spingere la palla di testa in rete a pochi passi dalla porta. Per l’Altinrocca solo un bel tiro alto di Tamburrino nel primo tempo, Di Marco e Giannico non scalfiscono l’attenta difesa rovetana. Per i teatini, le assenze di D’Antonio, Odorisio, Crognale e D’Orsaneo si fanno sentire.

Nella ripresa, dopo le due conclusioni di Alberto Di Girolamo da una parte e di Di Marco dall’altra, arriva il gol del vantaggio dei locali: Proia verticalizza per Dos Santos che dribbla Garibaldi, un difensore ribatte una sua prima conclusione, ma sulla seconda, la palla si infila in rete. E’ il gol della vittoria che l’attaccante va a festeggiare con una decina di ragazzi brasiliani accomodati in tribuna, arrivati al campo per sostenere ed acclamare il talentuoso connazionale.

C’è anche un palo di Proia alla mezzora ed un tiro di Dos Santos al 38′, ma la squadra di Di Cencio ha la concreta possibilità di pareggiare nel finale quando, aumentando la pressione sugli avversari, arrivano a battere ben tre calci d’angolo di seguito e, a due minuti dalla fine, Carafa dentro l’area, calcia a botta sicura, ma un difensore rovetano devia in extremis la conclusione, consegnando di fatto la Coppa alla squadra di casa.

Finita la gara, premiazione alla presenza del presidente Daniele Ortolano, del vice Franco Pettinari e del consigliere Roberto Iannuzzi e inizia il terzo tempo. E ancora tanto da mangiare: panini, porchetta e tanta buona birra per festeggiare insieme un traguardo arrivato con molto anticipo per il Civitela Roveto, e soltanto nell’ultima gara per l’Altinrocca, ma una promozione meritata da entrambe le squadre che già pensano a programmare il proprio futuro in Eccellenza.

Ecco il tabellino dell’incontro:

CIVITELLA ROVETO – ALTINROCCA 1-0 (0-0)

CIVITELLA ROVETO: Mario Di Girolamo, De Amicis (32’st Mezzetti), De Blasis, Ruscitti, Andrea Tuzi, Iezzi, Montanari, Massimiliano Tuzi, Ribeiro Dos Santos, Proia, Alberto Di Girolamo (18’st Catalli). A disposizione: Vergari, Di Pasquale, De Filippis, Andrea Giovarruscio, Allegretti. Allenatore: Fabio Iodice

ALTINROCCA: Garibaldi, Vitullo, Consalvo, Carafa, D’Amelia (15’st Carunchio), Colanero, Tamburrino (28’st Capuzzi), Giangiulio (41’st Romanenco), Pierri, Giannico, Di Marco. A disposizione: Pietropaolo, Centra, Metani, Mustafà. Allenatore: Nino Di Cencio

Arbitro: Alessio Miccoli di Lanciano (Verrocchi e Di Nardo di Sulmona)

Rete: 23’st Ribeiro Dos Santos