PROMOZIONE B – IL PUNTO DOPO LA TREDICESIMA GIORNATA

Casalbordino, Ortona e Val di Sangro si contendono il primato, Celano e Palombaro restano appaiate in fondo alla classifica

Leone-Federico-RDefinirlo un campionato “pazzo ed equilibrato” è poco. Nel raggruppamento B di Promozione, infatti, adesso ci sono tre squadre in testa, ossia Casalbordino, Ortona e Val Di Sangro. Classifica cortissima, dato che ci sono appena tre punti tra il primo e l’ottavo posto. 22 i gol segnati in questo weekend, 4 le vittorie interne, una esterna e 4 pareggi.

Vince e convince il Bucchianico nello scontro diretto con la Virtus Pratola. I ragazzi di D’Orazio vanno sul 2-0 già al 17′ del primo tempo grazie alla doppietta di un incontenibile Di Properzio. Nella ripresa ci ha provato più volte la squadra ospite, che è pervenuta alla marcatura solo negli ultimi istanti di gara con il guizzo vincente di Hallulli. I rossoblu si allontanano dalla zona play out e staccano proprio i peligni di tre lunghezze adesso. Si ferma a quattro gare la serie di risultati utili della Virtus Pratola.

Nell’altro anticipo del sabato, vince di misura anche il Passo Cordone sul Castiglione Valfino con un classico 1-0. A decidere la gara è stato Federico Leone (nella foto) al 24′ della prima frazione, alla prima vera occasione da gol della gara. L’ex Miglianico ha insaccato la sfera con una conclusione ravvicinata che ha beffato Durantini. Lo stesso numero uno teramano è decisivo nella ripresa nel negare il gol in più occasioni agli avversari. I biancazzurri di Appignani non trovano il pareggio nonostante qualche opportunità, incassando il secondo ko consecutivo dopo il pesante 4-1 di Ortona. Per i vestini, invece, arriva la seconda vittoria di seguito e adesso mister Castellano vede i suoi ragazzi definitivamente fuori dalla zona play out.

Rischiava di aprirsi una crisi di risultati per il Casalbordino, invece arriva un importante 2-1 in casa della Casolana. Un gol nel primo tempo di bomber Cesario e uno nella ripresa di Stango e gli ospiti vanno sul 2-0. Nel finale accade di tutto con la Casolana che in un primo momento accorcia con De Cillis, ma è tutto vanificato dal rosso sventolato in faccia a Mainella nel recupero. Casalbordino in testa, adesso, dopo un pareggio e una sconfitta nelle ultime due gare. I ragazzi di Anzivino, dopo tre risultati utili consecutivi, restano inchiodati a quota 11 punti in classifica.

L’unico 0-0 di giornata arriva da Pescara, nel match tra Fater Angelini e Villa 2015. Eppure la gara sembrava essersi indirizzata a metà primo tempo, quando i locali sono rimasti in 10 per il rosso mostrato a Yung per un fallo da rigore. Dal dischetto, però, Sablone ha trovato la risposta di Bartoletti. Il portiere di casa è stato decisivo a più riprese anche nella seconda frazione, con i ragazzi di Leone che non hanno sfruttato a dovere la superiorità numerica. La Fater resta agganciata al treno play off dopo il terzo risultato utile consecutivo, mentre il Villa ha un punto da recuperare per arrivare al quinto posto.

I gol non sono certo mancati nel 2-2 tra Fossacesia e Il Delfino Flacco Porto. Alla prima sulla panchina dei biancorossi, mister Vecchiotti si prende un bello spavento dopo che i pescaresi passano in vantaggio in ben due occasioni con PerilliLigocki. Prima Berardi, però, e poi Carpineta fissano il punteggio in parità, un risultato giusto per quanto visto in campo, con due squadre che non si sono risparmiate e hanno sfiorato il gol anche in altre occasioni. Il Fossacesia, ora, ha appena 3 punti di vantaggio sulla zona play out e deve necessariamente risalire la china per non essere risucchiato nei bassifondi. I ragazzi di Bonati sono ad un punto dal quinto posto, ma c’è grande rammarico per l’occasione sciupata.

Dilaga il Piazzano con un perentorio 5-1 ai danni del malcapitato Raiano. I ragazzi di Baldini chiudono in vantaggio il primo tempo con la marcatura di Bussoli, ma nella ripresa arriva una pioggia di gol. Doppietta di Pierri e gol di Pasquini Diompy a chiudere i giochi, con i rossoblu a segno solo grazie a Saponaro quando i locali erano già sul 3-0. Secondo risultato utile consecutivo per il Piazzano, che naviga in acque sicure al momento. Il Raiano resta bloccato a 11 punti in piena zona play out.

Si sblocca anche in casa il Real Treciminiere, capace di stendere 1-0 la capolista Ortona. Dopo più occasioni per gli atriani murate da un ottimo Di Quinzio, ci ha pensato Brecciarolla, a metà della ripresa, a decidere la contesa. Il gol è arrivato con un guizzo del giocatore teramano su una bella punizione di Assogna. Il Real di Alfredo Di Marzio è ancora imbattuto tra le mura amiche e si porta a 3 punti dalla vetta, ottenendo il secondo risultato utile consecutivo. Rendimento altalenante dell’Ortona di Di Biccari, che ha perso 3 gare e ne ha vinte altrettante nelle ultime 6 giornate.

Nessun vinto e nessun vincitore nel match tra le ultime due in classifica, Sportland Celano e Palombaro, che si equivalgono 1-1. Dopo un primo tempo privo di grandi emozioni, nella ripresa accade di tutto. Il Palombaro si porta in vantaggio con un tiro da fuori di Sebastio, ma a 10′ dal termine Paris ristabilisce la parità con un bel colpo di testa. Gli ospiti,  poco dopo, restano anche in 10 per il rosso rimediato da Gialloreto, ma il risultato non cambia più. Terzo risultato utile consecutivo per i marsicani di mister Petrini, che vivono un buon momento ma non riescono a risalire dall’ultimo posto. Torna a far punti il Palombaro, con i gialloblu che erano a secco allo scorso 22 ottobre.

Termina 1-1 il big match tra Sulmona e Val Di Sangro, con gli ospiti che arrivano al primo posto dopo una rimonta da vera big nelle ultime settimane. Ed è proprio la squadra di Bisci a passare in vantaggio nel primo tempo con un gol di Bucceroni. Dopo diverse occasioni non sfruttate al meglio, i sangrini subiscono la beffa a metà ripresa su calcio di rigore, trasformato da Pizzola. Nonostante le diverse assenze, il Sulmona riscatta parzialmente il netto 0-3 di sette giorni fa con il Villa 2015 e alimenta le speranze di rientrare in zona play off. Sesto risultato utile consecutivo per Soria e compagni, in un momento di forma brillante, ma che poteva essere accresciuto da un successo che non sarebbe stato del tutto immeritato.

Nicolas Maranca