PROMOZIONE B – IL PUNTO DOPO LA PRIMA GIORNATA DI RITORNO

Il Chieti pareggia a Pescara contro Il Delfino, lo Spoltore a Ripa Teatina contro il Bucchianico. Colpi esterni per Passo Cordone, Fossacesia, Sulmonese Ofena e Castello 2000

Moro-Pasquale-RBella partita tra Il Delfino Flacco Porto e il Chieti Torre Alex con un giusto 0-0 finale. Bene i biancazzurri nel primo tempo con la prima azione di Sciarra che tira alto appena entrato in area. Al quarto d’ora Rucci serve Ligocki che alza troppo la mira e non ha miglior sorte D’Incecco che, lanciato in area da Di Tella, la manda sopra la traversa. Poco dopo la mezzora è il teatino Carosone a impegnare Capone con un bel tiro e dopo una conclusione velleitaria di Costantini si va al riposo. Nella ripresa non si registrano azioni degne di nota e così Il Delfino rimane in terza posizione solitaria, mentre il Chieti incassa il secondo pareggio nelle diciotto partite disputate. Il merito dei padroni di casa è stato quello di aver bloccato la capolista sullo 0-0, infatti, è la prima volta che lo squadrone neroverde non segna reti.

Non ne approfitta lo Spoltore che, sul campo di Ripa Teatina, al limite della praticabilità, non riesce ad avere ragione del Bucchianico che strappa un punto alla vice capolista del girone. Nel primo tempo è solo Spoltore con le incursioni di Grassi, Ariani e un rigore reclamato per un fallo di mani in area che l’arbitro lascia correre. Il primo tiro in porta della squadra di D’Orazio arriva dopo dieci minuti della ripresa quando Proietti disinnesca un bel colpo di testa di Di Clemente. Anche nei restanti minuti gli ospiti premono alla ricerca di un gol che non verrà, restando in seconda posizione con soli due punti di vantaggio sul Delfino Flacco Porto.

Sale al quarto posto il Passo Cordone che vince a Palombaro. Gli ospiti vanno in vantaggio al quarto d’ora con Pizzola, lesto a ribadire in rete una respinta del portiere locale Di Tollo. La squadra di D’Alò ha due buone occasioni con Giangiulio e Bucceroni e al 35’reclama per un presunto fallo da rigore su Diompy spinto in area, ma il primo tempo si chiude 1-0 per gli ospiti. Dopo 20’ della ripresa la formazione di Leone raddoppia sempre con Pizzola che addomestica un lancio lungo e dal limite dell’area, con il portiere in uscita, firma la doppietta. La reazione dei locali è quasi nulla con nessun tiro nella porta difesa da Di Censo. Una vittoria che consente al Passo Cordone di scavalcare Silvi e Val di Sangro e attestarsi in quarta posizione. Il Palombaro, invece, viene ripreso dallo Sporting Casolana e dalla Virtus Ortona a pari punti al penultimo posto. In evidenza le prestazioni di Loris Giangiulio per i locali e Pizzola per gli ospiti.

Nonostante la sconfitta con la Sulmonese Ofena, la Val di Sangro conserva il quinto posto. Non basta un buon primo tempo ai padroni di casa che al quarto d’ora di gioco i locali vanno anche in vantaggio con Mucci e sfiorano il raddoppio con lo stesso calciatore e con un Soria incontenibile. Per gli ospiti solo una buona occasione che sfiora il palo. Poi, nella ripresa, sale in cattedra Moro (nella foto) che, con due perfetti inserimenti nello spazio, prima pareggia e poi raddoppia nell’arco di quattro minuti. Al 38’ la stoccata finale: per un fallo di Di Deo su Finocchi, l’arbitro assegna un calcio di rigore che ancora Moro batte spiazzando Di Cecco. Poi i locali protestano per un presunto rigore su Soria che il direttore di gara non rileva. Una vittoria che consente alla squadra di Scandurra di portarsi ad un solo punto dal quinto posto, occupato proprio dalla Val di Sangro. Migliori in campo: Moro per la Sulmonese Ofena e Soria per i padroni di casa.

Il Silvi esce dai play off dopo la sconfitta interna contro il Fossacesia. Una gara da 0-0 e che invece gli ospiti vincono grazie all’acuto di Filomarino  che raccoglie una corta respinta per battere Bartoletti con un bel tiro di controbalzo all’altezza della lunetta dell’area. Il primo tempo finisce in parità con un predominio territoriale del Silvi e con una traversa colpita da Scrivani su punizione e alcune buone occasioni non concretizzate, poi, nella ripresa, la formazione di Brettone raccoglie il massimo con il minimo sforzo, recuperando con questa gara quei punti tolti dalla sfortuna nelle giornate precedenti. Migliori in campo: Adorante e Sorgentone per il Silvi e Catenaro e Filomarino per gli ospiti.

Pareggia 2-2 la Virtus Ortona con il Raiano. Le squadre si presentano molto rimaneggiate all’appuntamento con i padroni di casa che ci mettono un tempo intero per passare in vantaggio, grazie ad una palla filtrante di Rossi Finarelli per Saponaro che viene steso in area, rigore battuto da Rossi Finarelli che chiude il parziale sull’ 1-0. Al 10’ della ripresa, per un fallo di mani in area ortonese, viene concesso un penalty anche al Raiano che lo trasforma con Valbonesi e dieci minuti dopo arriva anche il vantaggio della squadra di Bellè con un colpo di testa di Giammarino su calcio d’angolo. I padroni di casa hanno anche l’opportunità di portarsi sul 3-1 quando Scurti mette a centro area una palla che Valbonesi manda a fil di palo. E quando il rientrante Spoltore, impiegato a centrocampo (ottima la sua prova), non ce la fa più e viene sostituito, gli ospiti pareggiano con Saponaro che colpisce di testa sul secondo palo su calcio d’angolo per il 2-2 finale. Murazzo il migliore degli ospiti e Valbonesi quello dei locali.

il Vasto Marina, che presenta in campo nove fuoriquota iniziali con due over: mister Praino a centrocampo e Malavisi in attacco, cede l’intera posta al Castello 2000. I giallorossi di Bonomi vanno a segno al 20’ con il solito D’Amico che fa gol dopo un batti e ribatti in area. Il primo tempo si chiude con un gol annullato a Di Gennaro che i locali contestano a lungo. Al 5’ della ripresa i locali trovano il pari con un bel tiro in diagonale sul palo più lontano di Di Gennaro ma poco dopo viene espulso D’Alessandro per un fallo di reazione e a dieci minuti dal termine arriva il raddoppio con un bel tiro sempre di D’Amico. Ma al 90’ la formazione locale potrebbe pareggiare grazie ad un calcio di rigore di Di Gennaro che il portiere Romito devia all’incrocio dei pali e la spinge successivamente fuori dalla porta con i locali che protestano perché la palla avrebbe varcato la linea di porta. Sta di fatto che l’arbitro lascia correre e la gara si chiude 2-1 per il Castello 2000. I migliori: Di Gennaro per il Vasto Marina e D’Amico per il Castello 2000.

Una gara da 0-0 quella tra Silvi e Fossacesia e che invece gli ospiti vincono grazie all’acuto di Filomarino  che raccoglie una corta respinta per battere Bartoletti con un bel tiro di contro balzo all’altezza della lunetta dell’area. Il primo tempo finisce in parità con un predominio territoriale del Silvi con una traversa colpita da Scrivani su punizione e alcune buone occasioni non concretizzate, poi, nella ripresa, la formazione di Brettone raccoglie il massimo con il minimo sforzo, recuperando con questa gara quei punti tolti dalla sfortuna nelle giornate precedenti. Migliori in campo: Adorante e Sorgentone per il Silvi e Catenaro e Filomarino per gli ospiti.

Gara condizionata dal terreno di gioco, molto pesante, tra Castiglione Valfino e Villa 2015. Poche le occasioni da rete in una contesa molto combattuta. Meglio gli ospiti tanto nel primo quanto nel secondo tempo ma sbloccata dai padroni di casa dopo che Ferko (unico attaccante per l’assenza di Colicchia e Balia) era stato fermato (fallosamente?) una prima volta, ci riprova e questa volta l’arbitro gli accorda il penalty che Pirozzi trasforma. Nella ripresa gli ospiti cercano il pari con Rapino che crossa per Rispoli che non ci arriva per un soffio, e dopo poco lo stesso Rapino dalla fascia si accentra e fa partire un tiro che non va molto lontano dall’incrocio dei pali. Il Castiglione risponde al 40’ e fa male: calcio d’angolo di Mergiotti, testa di Ferko che anticipa tutti sul primo palo e partita chiusa. Il Villa chiude la gara anche in dieci per l’espulsione (doppio giallo) di Formento a tempo scaduto. I migliori dei locali Ferko e Romanelli, degli ospiti il solito Stefano Rapino.

Pareggiano 1-1 Sporting Casolana e Casalbordino. In vantaggio la squadra ospite con di Pasquale, viene raggiunta alla mezzora del primo tempo dalla rete del bomber Mainella. Un punto prezioso per  la formazione del tecnico Farina che resta fuori dai play out, mentre la Casolana di Anzivino incassa il quarto pareggio casalingo consecutivo e resta penultimo in compagnia di Palombaro e Virtus Ortona.

A.G.