PROMOZIONE B – IL PASSO CORDONE NON MOLLA

La squadra di Natale ottiene il record di punti e si conferma al secondo posto. Il ds Andreoli: “Siamo ancora in corsa per l’Eccellenza”

Dopo la vittoria del campionato della Folgore Sambuceto l’interesse per il Passo Cordone sembra sia stato offuscato e invece a ben guardare, la squadra del tecnico Natale, ad oggi è comunque al secondo posto con 60 punti, record massimo di punti mai fatti in nove anni di Promozione. E mancano ancora due giornate alla fine. I play off sono matematici, bisogna soltanto cercare la miglior posizione nella griglia.

“Un grande risultato – spiega il ds Tonino Andreoli (nella foto) – merito del buon lavoro del mister Natale che, al suo arrivo, ha dovuto lavorare con gli elementi che ha trovato in rosa, senza poter intervenire sul mercato e soprattutto con un gruppo molto diverso da quello di inizio campionato. Infatti, non ha avuto il portiere Chessari andato via per scelta tecnica, il difensore fuoriquota Nicola Cocco e punto fermo della formazione titolare, volato in Germania per motivi di lavoro, gli attaccanti Christian Cocco e Mucci per divergenze con la società e nell’ultimo periodo Sabatini andato via per motivi di lavoro. E da non dimenticare le assenze per i seri infortuni di Buonvivere (due mesi fuori) e Falone (un mese e mezzo fuori) proprio nel periodo dove lo scontro con la Folgore era diventato più acceso. Ha saputo tenere compatto il gruppo nonostante sia stato ridotto all’osso tenendo aperta la porta che conduce all’Eccellenza attraverso i play off”.

Ma Andreoli ha parole di riconoscenza anche per il tecnico precedente sollevato dopo il derby perso con il Lauretum: “Ringrazio anche il mister Leone che per un anno e mezzo ha lavorato molto bene con la nostra società. Un quarto posto nel primo anno mentre nel secondo ha comunque lasciato la squadra in terza posizione dietro Folgore e Val di Sangro”.

E riguardo ai vincitori: “Faccio i complimenti alla Folgore Sambuceto, alla società e allo staff tecnico per la vittoria del campionato anche se c’è da riconoscere che avevano un organico attrezzato per primeggiare nel girone. Mi congratulo anche con il mio collega ds Gabriele Liberatore per aver saputo costruire una squadra vincente”.

Adesso non rimane che un solo obiettivo: “Vogliamo arrivare al secondo posto per giocarci ancora l’Eccellenza altrimenti siamo già pronti per programmare il prossimo anno. Non ci interessa il ripescaggio, abbiamo sempre vinto sul campo i campionati minori e faremo lo stesso anche con questo, chiaramente cercando di tenerci stretto il mister Natale sulla nostra panchina”.

Giocherete ancora sul sintetico di Cepagatti? “Certo, siamo come a casa nostra, siamo stati costretti ad emigrare dall’Acciavatti di Loreto Aprutino per divergenze di vedute con i gestori del campo, e adesso siamo molto contenti di giocare su un terreno di gioco che mette in risalto le nostre qualità tecniche”.

Un campo che domenica ospiterà il derby con il Lauretum…“Una bella sfida – conclude Andreoli – loro hanno estremo bisogno di punti salvezza, noi di punti per la promozione. Dopo lo smacco dell’andata questa volta vogliamo fare bella figura e sono certo che i nostri ragazzi stavolta non ci deluderanno”.