PROMOZIONE A – IL PUNTO DOPO L’UNDICESIMA GIORNATA

Il Castelnuovo aumenta il vantaggio sulle inseguitrici

Berardinucci-Alessandro-RUndicesima giornata nel girone A di Promozione col Castelnuovo che vince ancora e aumenta il vantaggio sulle inseguitrici; torna alla vittoria il Montorio 88, pareggi nei match clou di giornata.

0-0 tra Angizia Luco e Fontanelle; gara molto combattuta, poche emozioni nel primo tempo, nella ripresa gli ospiti di mister Beni reclamano un rigore per un tocco di mani in area, poi quasi allo scadere i padroni di casa di mister Giordani hanno loro l’occasione dal dischetto ma Morelli si fa parare il penalty da Pallini che poi si ripete sul tap in.

Il Morro D’Oro supera 2-1 il Mosciano; partono forte i padroni di casa di mister Bizzarri che vanno subito in vantaggio con Alessandro Bizzarri, raddoppiano con un tiro dalla distanza di Forcellese e non sfruttano altre occasioni. Poi prima del riposo gli ospiti di mister Zenobi accorciano con una gran punizione di Stahie e nella ripresa provano a spingere ma il Morro D’Oro controlla bene il vantaggio senza rischiare più di tanto.

Il Montorio 88 espugna 4-2 il terreno del Mutignano; padroni di casa di mister Di Renzo che partono a razzo portandosi subito sul doppio vantaggio con Ndiaye e Rachini, poi gli ospiti di mister Di Luigi a metà prima frazione accorciano con Pigliacelli e nella ripresa riescono a ribaltare il match con Marini, un rigore di Pigliacelli e De Sanctis.

Pareggio 1-1 tra Piano della Lente e Nuova Santegidiese; primo tempo combattuto coi padroni di casa di mister Muscarà in vantaggio con De Angelis e gli ospiti di mister Nardini che pareggiano con un rigore di Rosa. Nella ripresa la Nuova Santegidiese ci prova ma il risultato non cambia più.

Pareggio 1-1 tra Pucetta e San Gregorio; gli ospiti di mister De Angelis partono all’attacco, non concretizzano un paio di occasioni e si vedono anullare un gol di Fonti per fuorigioco, poi i padroni di casa alzano il baricentro e vanno in vantaggio alla mezz’ora con Barrow sugli sviluppi di un punizione. Nella ripresa il San Gregorio attacca a spron battuto e dopo aver sciupato altre occasioni riesce a pareggiare con Fasciocco di testa sugli sviluppi di una punizione.

Il Borgo Santa Maria espugna 2-1 il terreno del Real 3C Hatria; nel primo tempo gli ospiti di mister Lalloni sono più propositivi e non sfruttano un paio di buone occasioni, nella ripresa i padroni di casa di mister Reitano alzano i ritmi, passano in vantaggio con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo, colpiscono due pali e non riescono a concretizzare altre opportunità. Poi, quando la partita sembrava ormai volgere al termine,  il Borgo Santa Maria pareggia allo scadere con una punizione di Lorenzo Assogna e all’ultima azione di recupero ribalta il risultato con Berardinucci (nella foto) in mischia su azione d’angolo.

Pareggio 1-1 tra Rosetana e Sant’Omero; partono forte i padroni di casa di mister Macera che colpiscono una traversa con Cirelli e hanno altre opportunità, col Sant’Omero che non sta a guardare e impegna un paio di volte l’estremo di casa ma si va al riposo sullo 0-0. A inizio ripresa arriva il vantaggio della Rosetana con un rigore di Cirelli, poi gli ospiti di mister Calabrese reagiscono e riescono a pareggiare con un diagonale di Spinozzi e nel finale hanno più volte la possibilità di ribaltare ma il risultato non cambia più.

Il Castelnuovo espugna 3-0 il terreno dello Sportland Celano; tutto facile per gli ospiti di mister D’Isidoro che vanno al riposo sul doppio vantaggio con una doppietta di Capretta che realizza due volte da fuori area, poi nella ripresa i padroni di casa di mister Petrini provano a reagire ma senza incidere e Ruggieri chiude definitivamente il match.

Infine il Tossicia supera 1-0 il Tornimparte; gara condizionata da un terreno ai limiti della praticabilità per la pioggia, i padroni di casa di mister Di Giulio trovano il vantaggio a metà prima frazione con Mosca sugli sviluppi di un angolo, poi le occasioni scarseggiano e gli ospiti di mister Ciccozzi non riescono a recuperare.

Roberto Marchione