PROMOZIONE A – IL PUNTO DOPO LA TRENTADUESIMA GIORNATA

Angizia Luco sconfitta, il Castelnuovo riapre il campionato. Lo Sportland Celano retrocede in Prima categoria

PetreGabrielTrentaduesima giornata del girone A di Promozione che nelle attese sembrava essere interlocutoria in attesa degli ultimi 180 minuti e che invece ha visto la capolista Angizia Luco sconfitta, col Castelnuovo che, vincendo, si è portato a solo due punti riaprendo quindi il campionato. Lo Sportland Celano è la prima retrocessa.

Il Mutignano espugna 2-1 il terreno dell’Angizia Luco; primo tempo con poche emozioni, a inizio ripresa i padroni di casa di mister Giordani passano subito in vantaggio con Zangari su assist di Briciu, ma in meno di 5 minuti gli ospiti di mister Di Renzo ribaltano il risultato con Ndiaye e Petre (nella foto) che approfittano di due errori della retroguardia avversaria. L’Angizia Luco prova poi a riversarsi in avanti ma non riesce a riequilibrare l’incontro.

Il Pucetta espugna 3-2 il terreno del Borgo Santa Maria guadagnandosi la salvezza anticipata; gara combattuta ed emozionante, padroni di casa di mister Lalloni subito in vantaggio con un contropiede di Lorenzo Assogna, ma in pochi minuti gli ospiti di mister Giannini ribaltano con un rigore di Idrofano e un tiro cross di Incerto, per poi allungare ulteriormente prima del riposo con un altro rigore di Barrow. A inizio ripresa il Borgo Santa Maria accorcia con Bonaduce e poi continua ad attaccare, ma il risultato non cambierà più.

Il Castelnuovo supera 3-1 la Rosetana; i padroni di casa di mister Di Giuseppe partono forte e vanno subito in vantaggio con Capretta, ma poco prima del riposo gli ospiti di mister Piccioni pareggiano con D’Ignazio. A inizio ripresa il Castelnuovo riprende subito il controllo della partita e allunga con Rastelli e un rigore di Capretta controllando poi fino alla fine.

Il Fontanelle supera 1-0 il Tossicia; i padroni di casa di mister Beni attaccano per buona parte dell’incontro, con gli ospiti di mister Di Giulio che però riescono a difendersi e a provare a colpire in contropiede. La partita si accende a metà ripresa col Fontanelle che sbaglia un rigore con Bolzan che si fa parare il tiro, il Tossicia richiede anch’esso un penalty non concesso e al 90’ i padroni di casa realizzano il gol vittoria con Montiel che devia da due passi, tra le proteste degli ospiti che richiedevano il fuorigioco.

Il Montorio 88 supera 2-1 il Real 3C Hatria; gara combattuta, gli ospiti passano in vantaggio a inizio ripresa con Franco Carpegna ma  i padroni di casa di mister Di Luigi riescono negli ultimi minuti a ribaltare il risultato con una doppietta di Salvi.

Il Mosciano supera 1-0 il San Gregorio; anche qui gara combattuta con gli ospiti di mister De Angelis che tengono per gran parte della gara, ma nel finale i padroni di casa di mister Natali hanno più motivazioni e trovano il gol vittoria quasi allo scadere con Fini.

La Nuova Santegidiese supera 4-0 il Morro D’Oro; padroni di casa di mister De Amicis che chiudono il match già nella prima metà del primo tempo con Rosa e una doppietta di Di Blasio, gli ospiti di mister Bizzarri non riescono a reagire e nel finale la Nuova Santegidiese chiude definitivamente il match con un colpo di testa di Beati su azione d’angolo.

Il Piano della Lente supera 5-1 lo Sportland Celano; gara senza storia, coi padroni di casa di mister Muscarà che passano subito in vantaggio con Scartozzi, gli ospiti di mister Morgante provano a reagire e pareggiano con Del Fiacco ma, pochi minuti dopo, il Piano della Lente torna in vantaggio con Tosi. Nella ripresa poi i padroni di casa dilagano con D’Egidio e una doppietta di Di Marzio che decreta la retrocessione della formazione marsicana con due turni di anticipo.

Infine il Tornimparte supera 1-0 il Sant’Omero; sono i padroni di casa di mister Tarquini a fare la partita attaccando dal primo tempo e trovando il gol vittoria a inizio ripresa con Altobelli che trova la deviazione vincente su un tiro cross. Gli ospiti di mister Oddi non riescono a reagire e il Tornimparte sfiora il raddoppio colpendo anche un legno.

Roberto Marchione