FINALE PLAY-OFF PROMOZIONE: CASALINCONTRADA 2002-ROSETANA, UNA GARA DA TRIPLA

Grande incertezza nella sfida che incoronerà la seconda classificata del girone B

Era la più scontata delle finali, quella tra Casalincontrada 2002 e Rosetana. Dopo il doppio incontro di campionato, si sono trovate di fronte anche in Coppa Italia e il Casale non ha fallito l’obiettivo, alzando la Coppa al cielo.

Adesso il duello si ripete, con entrambe le squadre al meglio della loro condizione. Stavolta però la posta in palio è ancora più alta, dato che potrebbe addirittura schiudere le porte dell’Eccellenza. “Voglio la promozione – ha sempre ribadito il presidente della Rosetana Gino Iachiniho allestito un organico per vincere il campionato e adesso che ci sono quasi non voglio fallire l’obiettivo. Se non riuscissi nello scopo potrei anche lasciare il calcio“.

I biancazzurri arrivano a questa prima finale dopo aver superato, in entrambe le gare del primo turno dei play off, una buona Flacco Porto Pescara. All’andata qualche tensione di troppo lasciava presagire ad un infuocato ritorno e invece Beni e compagni sono arrivati in finale rispettando appieno i favori del pronostico. La loro arma in più? Sicuramente il capocannoniere del girone. Con 24 gol all’attivo, Luigi Collevecchio è stato infatti il vero trascinatore dei biancazzurri diventando, grazie ad un partner del calibro di Vettese, un vero spauracchio per qualsiasi difesa. Molte delle speranze di Iachini sono dunque riposte in lui.

I ragazzi di D’Orazio, invece, nelle prime due gare degli spareggi si sono sbarazzati del sorprendente Scerni dapprima pareggiando fuori casa e poi sconfiggendo con un sonoro 4-0 casalingo gli alto vastesi. Grossa mole di gioco, occasioni da rete a ripetizioni e una difesa arcigna che concede davvero poco agli avversari. Sono queste le credenziali che preoccupano, e non poco, i suoi avversari. Rosetana compresa…

Rimpiango i primi mesi del campionato – spiega il vice presidente rossoblù Paolo Di Donato (nella foto) – e qualche giocatore che ci ha illuso, altrimenti non saremmo arrivati a questo spareggio, costretti a  giocarci l’intera stagione in una gara secca. Per motivi ambientali sono più contento di affrontare la Rosetana che non la Flacco Porto Pescara. Sarà comunque una gara vera. Partiamo alla pari ma se ci esprimiamo al meglio non temiamo nessuno“.