COPPA “NELLO MANCINI”: IL MONTESILVANO VINCE AL REAL TERAMO (2-1) ED E’ LA REGINA DELLA PROMOZIONE

Nello scontro tra le due vincenti della Promozione il Real Teramo va in vantaggio con Orta nel primo tempo ma viene ripresa e superata dai gol di Carota (rigore) e Di Matteo nella ripresa

Chi l’avrebbe mai detto che una tale stagione di successi si dovesse chiudere con una sconfitta? Al Teramo è andata proprio così. I biancorossi hanno ceduto al Montesilvano che porta a casa la Coppa Mancini, trofeo riservato alla vincente dello scontro tra le due vincitrici dei due gironi di Promozione abruzzesi.

Parte bene il Montesilvano con Cocco, che conclude però debolmente tra le braccia di La Barba. Al sedicesimo passa in vantaggio il Teramo, con uno spettacolare gol di Orta che colpisce al volo su traversone di Colancecco. Reagisce la squadra ospite con Assogna che dalla distanza non impensierisce La Barba. Da annotare prima del fischio della fine della prima frazione le punizioni di Capriotti e D’Aprile che non centrano lo specchio della porta.

La ripresa vede un Montesilvano molto motivato, tanto da ribaltare il risultato nel giro di cinque minuti: prima al dodicesimo con Carota che realizza un penalty concesso agli ospiti per fallo di Ettorre su Cocco, e poi al 17’ con Di Matteo (nella foto) che sfrutta una disattenzione della difesa aprutina e insacca la rete del vantaggio.

Nel finale è una rincorsa al pareggio da parte dei biancorossi che ci provano con Orta, andandoci per ben due volte vicini , colpendo prima un palo con un bolide dalla distanza e poi incornando di poco al lato su traversone di Colancecco.

Le espulsioni di Capriotti, Pierleoni e del mister Valbruni nelle fila teramane, e di Nemi e Potacqui tra i neroverdi, testimoniano una conduzione poco felice del direttore di gara, signor Marinenza dell’Aquila.

Soddisfazione per il tecnico del Montesilvano Francesco Nocera che riconosce il valore dell’avversario: “Il Teramo è una grande squadra, prestante fisicamente e di categoria superiore. Nel primo tempo ci ha messo in difficoltà soprattutto sotto il punto di vista fisico, poi nella ripresa abbiamo cambiato qualcosa e puntato più sulla velocità, sul taglio degli esterni e, nell’occasione del secondo gol, abbiamo fatto un’azione manovrata molto bella“.

“Penso che i biancorossi nel nostro girone non avrebbero stravinto – continua Nocera – ma avrebbero avuto vita sicuramente molto più difficile. Sulla carta sono i più forti ma le partite si vincono in campo. Oggi siamo stati bravi, perché dopo aver sofferto inizialmente anche per l’ambiente a cui non siamo abituati, e con la squadra contratta, ci siamo parlati nello spogliatoio, abbiamo cambiato qualcosa e siamo stati premiati dalla sfrontatezza con cui li abbiamo affrontati nel secondo tempo. Siamo stati bravi a contenerli e ad attaccarli. E’ stata sicuramente una vittoria meritata“.

Ecco il tabellino dell’incontro:

REAL TERAMO – MONTESILVANO 1-2 (1-0)

MONTESILVANO: Cecamore, Fedele, Gasprino, Di Mauro, Carota, Stranieri, Cocco, Barrero (35’st Toscani), Assogna (42’st Nemi), Di Matteo (25’st Rincione), Potacqui. A disposizione: Zizi, Faggioli, Marques, Cafarelli Allenatore: Nocera

REAL TERAMO: La Barba, Cappelli, Capriotti, Napoleone, Di Giorgio (29’st Dagianti), Pinto, Colancecco, D’Aprile (2’st Ettorre) (12’st Del Grosso), Orta, Fusco, Pierleoni. A disposizione: Del Sordo, Di Corcia, Valente, Di Dionisio. Allenatore: Valbruni

Arbitro: Marinenza dell’Aquila (Di Cino e Di Teodoro di Lanciano)

Reti:, 16’pt Orta (Real Teramo); 12’st Carota su rigore (Montesilvano), 18’st Di Matteo (Montesilvano)

Espulsioni : Capriotti, Pierleoni e mister Valbruni (Teramo); Potacqui e Nemi (Montesilavano)

Ammonizioni: Capriotti, Napoleone (Real Teramo); Cecamore, Rincione (Montesilavano)

R.N.