SARA’ ANCORA ECCELLENZA PER IL 2000 CALCIO ACQUA E SAPONE

Dopo la salvezza senza spareggi il presidente Corneli ringrazia i protagonisti per la bella stagione appena conclusa

Corneli-Mario-RAncora una salvezza per l’Acqua e Sapone di Montesilvano che si conferma nel massimo campionato regionale per la quinta stagione consecutiva. Il tecnico Giuseppe Naccarella, subentrato a Dani Cichella sette anni fa, ha condotto la squadra verdeoro per tre anni in Promozione e quattro in Eccellenza confermando questa realtà come prima squadra di Montesilvano.

Il presidente Mario Corneli (nella foto), ringrazia chi ha reso posssibile tutto questo: “Voglio cominciare in controtendenza, ringraziando in maniera assolutamente speciale il Patron Vincenzo Vellante e i figli Paolo e Francesco, in quanto senza di loro, senza i loro sacrifici e la loro genuina passione, la famiglia A&S Montesilvano calcio non esisterebbe, diciamo che loro sono il nostro trio d’attacco che ci consente di fare calcio a Montesilvano e di far divertire e far crescere tanti ragazzi nel rispetto delle regole dello sport e della vita.

Grazie anche al Cav. Enio Barbarossa, nostro primo tifoso che, anche se poco presente fisicamente (per i tanti impegni lavorativi), è sempre “collegato” con il cuore e con la mente su tutte le nostre avventure sportive dai giovanissimi alla prima squadra.

Tengo altresì a sottolineare quanto forte è anche il legame con l’A&S futsal che in questi giorni sta disputando i play off scudetto e che auspichiamo possano regalarci l’agognato tricolore. In bocca al lupo a tutti i ragazzi e in bocca al lupo a Tony Colatriano e Gabriele D’Egidio, nostri amici speciali ed assidui tifosi e confidenti.

“E adesso passiamo ai protagonisti del campo… Anche quest’anno i nostri ragazzi ci hanno regalato l’infinita soddisfazione della salvezza diretta. Siamo fieri ed orgogliosi di tutti loro che, giorno dopo giorno, hanno costruito questa ennesima grande impresa, considerando anche il blasone delle squadre che hanno disputato i play out e di quelle retrocesse. Quindi, un grazie particolare va a loro che, insieme a noi, hanno creduto fino alla fine alla salvezza diretta”.

Un gruppo che il mister Giuseppe Naccarella ha ottimamente diretto…

“Certo, grazie a lui e a tutto il suo staff è stato possibile realizzare questo sogno. Ho sempre considerato “PepNardiola” come il valore aggiunto della nostra squadra e prima o poi (egoisticamente più tardi possibile), mi aspetto la proverbiale chiamata dove ci dirà che “un” anno prossimo allenerà in Lega Pro… sarebbe il giusto premio alla sua professionalità, passione e competenza. Diciamo che ritengo l’Eccellenza un po’ stretta per lui…”

Quale tra i calciatori merita una menzione particolare?

Di-Biase-Marco-Andrea-R“Li vorrei elencare tutti, uno per uno, ognuno ha un posto speciale nel mio cuore, ma in rappresentanza di tutti ne nomino uno…il nostro capitano che, come per gli immortali di questo sport, è Marco Di Biase (nella foto), detto Baffo, persona speciale, unica, il legale rappresentante del giocatore tipo dell’A&S. Punto di riferimento per i tanti giovani ragazzi che fanno parte della nostra squadra”.

E a proposito di settore giovanile, che stagione è stata?

“Un’annata da incorniciare, la Juniores è arrivata seconda dietro ai campioni regionali dell’Angolana, gli Allievi alla fase d’Elité, i Giovanissimi idem, insomma un settore giovanile da sogno e la speranza è di continuare sempre a ottenere questi risultati nei prossimi anni. Un solo piccolo neo è stato quello di non aver potuto ammirare alcuni dei nostri ragazzi nelle rappresentative regionali, nonostante i buonissimi risultati raggiunti”.

Come vede il futuro della sua squadra?

“L’Eccellenza del prossimo anno sarà sicuramente più equilibrato nella parte sinistra della classifica, viste le corazzate salite dalla Promozione, a tal proposito faccio i complimenti a mister Ronci per la promozione dello Spoltore, e le squadre rimaste quest’anno, di conseguenza dovremmo moltiplicare i nostri sforzi per confermare le nostre ambizioni di salvezza diretta”.