PLAY OUT ECCELLENZA – LA ROSETANA VINCE LA RESISTENZA DEL CASTEL DI SANGRO (1-0)

I giallorossi di Scatena retrocedono in Promozione, mentre la squadra di Brunozzi si prepara per il triangolare con San Salvo e Guardiagrele

La gara odierna doveva purtroppo decidere chi fra le due contendenti retrocedeva in Promozione e chi poteva ancora sperare nel triangolare che inizierà, molto probabilmente, domenica prossima 20 maggio, per rimanere in Eccellenza.

La Rosetana, forte del vantaggio acquisito nella classifica finale del campionato, aveva due risultati su tre, ma alla fine è riuscita a spuntarla con De Patre che a 3′ dalla fine ha realizzato la rete della vittoria, mandando purtroppo in Promozione il Castel di Sangro.

La gara è stata giocata con tatticismo da parte della squadra locale contro un Castello che ha provato a vincerla, ma la Rosetana di oggi ha saputo realizzare quello che molte volte non gli è riuscito durante il campionato, mettendo cuore ed agonismo.

La partita, per certi versi, è stata bruttina, ma la posta in palio era troppo importante, difatti sono state poche le emozioni, ma alla fine il prezzo del biglietto è stato ripagato. La cronaca inizia al 7’ quando la Rosetana si rende pericolosa su calcio piazzato di Campanile (nella foto) che mette la palla al centro dove Improta non arriva. Al 34’ si rende pericoloso il Castello con Mandarelli che, dal limite, fa partire un bolide, ma Merletti salva in angolo. La prima parte della gara si chiude senza ulteriori emozioni.

Nella seconda parte la Rosetana si rende subito pericolosa al 2’ con Improta che dal limite fa partire un bolide che lambisce il palo alla sinistra di Leone. Risponde subito il Castello con Diallo che incredibilmente manda alto un perfetto traversone di De Maio.

La gara si svolge soprattutto a centrocampo dove la lotta è accesa ed è bravo Civico a tenerla in pugno, mostrando un paio di cartellini e richiamando a dovere i contendenti. Ci prova De Patre al 39’, ma Leone si supera e salva in angolo. Tre minuti dopo lo stesso portiere deve arrendersi a De Patre che si incunea in area e realizza la rete che decide la contesa.

La regola c’è e purtroppo l’esultanza del gol gioca un brutto scherzo a De Patre che si toglie la maglia e giustamente viene ammonito per la seconda volta ed è costretto ad abbandonare il campo di gioco. Non è da meno Petrosino che stupidamente scalcia da terra Di Giovanni e viene anche lui espulso, ma col rosso diretto.

Dopo 5’ di recupero il direttore di gara fischia la fine della partita per la gioia della Rosetana e la disperazione del Castel Di Sangro. Buona la direzione di gara del Sig. Civico di Vasto, ben coadiuvato dai suoi assistenti Ruggieri e D’Alonzo di Pescara.

Ecco il tabellino dell’incontro:

ROSETANA – CASTEL DI SANGRO 1-0 (0-0)

ROSETANA: Moretti, Di Giovanni, Valentini, Marcheggiani, Galasso, Gridelli, Battista (16’st Mariani), Improta (42’st Gattucci), Campanile, Fattoruso (21’st De Patre). A disposizione: Merletti, Triboletti, Ioannone, Cordivari. Allenatore: Fabio Brunozzi

CASTEL DI SANGRO: Leone, Di Bartolomeo (1’st Bishi), De Maio (39’st Pennacchioni), Petrosino, Caserta, Italiano, Mazzocco, Mandarelli (39’st Del Signore), Diallo, Campanella. A disposizione: Taglienti, Di Padova, Bombaci, Petrocelli. Allenatore: Michele Scatena

Arbitro: Gionatan Civico di Vasto (Ruggieri e D’Alonzo di Pescara)

Rete: 42’st De Patre

Espulsi: 43’st De Patre (Rosetana) per doppia Ammonizione, 46’st Petrosino (Castel Di Sangro)

Ammoniti: Gridelli, Battista, Campanile (Rosetana); Di Bartolomeo, Taglienti, Del Signore (Castel Di Sangro)

Note: recupero 2’ e 5’. Spettatori 100 circa. Giornata primaverile con raffiche di vento e terreno in buone condizioni.

Carlo Conte