IL PAGELLONE DI FINE ANNO DELL’ECCELLENZA

L’analisi del rendimento delle prime nove squadre del massimo campionato regionale

Lucarelli-Alessandro-RACQUA E SAPONE : Dopo una buona partenza di campionato con sedici punti ottenuti nelle prime dieci gare disputate, piena sufficienza per i ragazzi di mister Del Gallo che viaggiano, a questo punto della stagione, nelle zone di piena metà classifica con sei punti di vantaggio sulla zona play out. Il “G. Speziale” si conferma ormai uno dei punti di forza degli ultimi anni dei verdeoro dove hanno totalizzato ben 17 punti dei 26 totali e dove costruiscono il loro obiettivo della salvezza diretta.  VOTO : 6

ALBA ADRIATICA : Bilancio più che positivo ed ampiamente sufficiente per una delle vere e proprie soprese del campionato come la truppa di mister Izzotti che, partita con l’obiettivo della salvezza, ora si ritrova al quarto posto in classifica in piena zona play off con ben trentadue punti ottenuti. Squadra giovane quella teramana che ha messo in vetrina diversi elementi interessanti su tutti l’attaccante classe ’98 Njambe, che si è preso la scena nel girone di andata con le sue giocate e i suoi cinque centri, e il centrocampista ventenne Capocasa, autore di tre sigilli in campionato. Al fianco del giovane attaccante, ilbomber Miani, all’età di trentacinque anni, continua a fare la differenza in questa categoria come lo dimostrano le nove reti messe a segno in questo inizio di campionato.  VOTO : 8

AMITERNINA : Girone d’andata da dimenticare per i giallorossi che sono riusciti ad arrivare solamente tre volte alla via del successo ed hanno bisogno di una reazione nella seconda parte di stagione per risollevarsi in classifica ed abbandonare la penultima posizione. Con Mazzaferro fuori a lungo per infortunio e la partenza di Paris nella sessione di mercato, il tecnico Angelone dovrà fare affidamento a De Michele e Santirocco in attacco, a quota sette reti in due. VOTO : 4,5

CAPISTRELLO : Dopo le tre sconfitte consecutive nelle prime tre gare stagionali, nessuno avrebbe creduto che la squadra di mister Iodice si ritrovasse al terzo posto in classifica a questo punto del campionato. Il successo che ha cambiato la stagione dei granata è quello dell’Angelini alla quarta giornata e da lì sette successi consecutivi che hanno portato i marsicani nella parte alta della classifica. Ora l’obiettivo stagionale per Aquino e compagni è quello di arrivare più in alto possibile e non lasciare nulla di intentato per non avere rimpianti dopo un girone d’andata da sogno. VOTO : 8

CHIETI : Arriviamo alla capolista e la principale candidata alla vittoriafinale. Dopo una partenza non delle migliori con l’avvicendamento alla guida tecnica e l’arrivo in panchina del tecnico Lucarelli (nella foto) sono iniziati ad arrivare risultati e prestazioni convincenti che hanno portato il Chieti in cima alla classifica nelle ultime giornate. L’obiettivo stagionale della società neroverde è senza dubbio quello di vincere il campionato e, con i problemi fisici che hanno tenuto Leccese fuori per gran parte del girone d’andata, i primi della classe si sono rinforzati nel reparto avanzato con l’arrivo di Toro, già a segno con la nuova maglia. VOTO : 9

CUPELLO : Squadra partita e costruita con l’obiettivo della salvezza quella rossoblu che, dopo una brutta partenza di campionato con solamente nove punti ottenuti nelle prime dieci gare, ha cambiato marcia nella parte finale del girone di andata dove sono arrivati ben otto risultati utili consecutivi. Il brutto infortunio ad inizio campionato dello sfortunato bomber Marinelli, ha cambiato i piani di mister Carlucci che si è affidato alla freschezza ed ai colpi di Ninte e del classe 2002  Zinni in attacco, vera sorpresa in positivo di questo inizio di stagione. VOTO : 5

IL DELFINO FLACCO PORTO : Bilancio positivo quello della neopromossa pescarese in questa prima parte di campionato. Dopo un girone di andata concluso con 23 punti, Ligocki e compagni vogliono chiudere il prima possibile il discorso salvezza per concludere al meglio questa loro esperienza in Eccellenza.Secondo peggior attacco del campionato quello della compagine di mister Bonati che fa della fisicità la sua arma migliore e che può contare sul fattore “San Marco”  dove sono stati sconfitti solamente una volta. VOTO : 6

MARTINSICURO : Annata buia e da dimenticare quella dei teramani che sono ormai aggrappati ad un filo sottilissimo per una salvezza che pare molto difficile da raggiungere. Le difficoltà economiche societarie hanno causato la partenza di diversi elementi nel mercato di dicembre che hanno ulteriormente peggiorato la difficile situazione. I ragazzi dell’esperto tecnico Di Fabio hanno trovato solamente una volta la via del successo e sono fermi a quota 4 punti in fondo alla classifica, distanti ben dieci lunghezze dalla penultima. VOTO : 4

MIGLIANICO : Cammino altalenante in questa prima parte della stagione per i gialloblu che si trovano in piena zona play out a quota 20 punti. Da migliorare i risultati tra le mura amiche dei ragazzi di mister Tacchi che hanno ottenuto solamente due successi davanti al loro pubblico e che dovranno lottare fino alla fine per uscire dalla zona calda della classifica e conquistare la salvezza diretta. Dopo la decisione da parte della società di allontanare Valdes dalla squadra, il tecnico teatino punterà tutto sul bomber Orta e Polisena, entrambi a quota sei reti. VOTO : 5

Alessandro Zuccarini