ECCELLENZA – VERSO AMITERNINA-CHIETI

Mister Lucarelli: “Vietato abbassare la guardia, mese di febbraio importante”

Chieti-Logo-R2Trasferta aquilana per i neroverdi che domani al “Comunale” di Scoppito (ore 15:00) affrontano l‘Amiternina, avversaria che Miccichè e compagni ritroveranno mercoledì prossimo a Silvi Marina in finale di Coppa Italia Dilettanti.

Match che potrebbe far spiccare il volo ai nostri ragazzi, ed aumentare il vantaggio sul Sambuceto, impegnato a sua volta nel big match di giornata in casa della Torrese. Dopo la vittoria in rimonta sui Nerostellati ed aver riscoperto il gusto dolce dei tre punti casalinghi, la truppa neroverde vuole vincere la sesta gara consecutiva lontano dalle mura amiche.

L’Amiternina di mister Vincenzino Angelone, è reduce a sua volta, dalla battuta d’arresto di misura maturata in trasferta in quel di Nereto. Ma occhio al rendimento interno che nelle ultime due gare ha fatto registrare due larghe vittorie contro Il Delfino Flacco Porto per 3 a 1, mentre in precedenza nel recupero di campionato c’è da registrare il netto 4 a 1 alla Torrese. Gli scoppitani sono fermi a 20 punti in classifica, penultimi, in piena zona play – out.

Dopo la rifinitura di questa mattina, consueta analisi pre gara di mister Alessandro Lucarelli che ci presenta la sfida di domani: “L’Amiternina viene da un trend positivo fatto di due vittorie, un pareggio e una sconfitta, considerando le ultime quattro gare disputate. Specialmente in casa hanno cambiato marcia anche grazie ad alcuni accorgimenti tattici di mister Angelone, tecnico preparato che ogni anno con l’Amiternina riesce sempre ad ottenere grandi risultati, in linea con gli obiettivi della società. Affrontiamo una squadra rinnovata che ha trovato delle certezze, e noi dobbiamo essere bravi a mantenere alta la concentrazione cercando di disputare un’ottima gara sul piano tecnico per poter far valere le nostre qualità. Non dobbiamo commettere l’errore di alzare il piede dall’acceleratore, anche ora che siamo a + 5 sul Sambuceto: l’obiettivo è quello di continuare a vincere senza guardare i risultati delle altre squadre. Mi auguro che il mese di Febbraio sia condito da tante vittorie: se succederà questo sarà un buon viatico per il mese di Marzo dove speriamo di poter raccogliere i frutti di tutto il lavoro fatto”.

Tornando un attimo a ritroso al match contro i Nerostellati, la squadra una volta andata sotto nel punteggio ha dimostrato carattere nel rimontare immediatamente lo svantaggio e vincere con un gran finale di secondo tempo. Anche grazie alla mentalità vincente che mister Lucarelli ha dato alla squadra, quella del non mollare mai.

“Quando sono arrivato a Chieti, i ragazzi già avevano nelle loro corde queste caratteristiche. Il mio lavoro è stato quello di dare fiducia e tranquillità ad una rosa competitiva. In questo momento del campionato giocare contro l’ultima in classifica o la seconda, sono la stessa cosa. Sono tutte compagini che vogliono fare bene e triplicano le energie quando affrontano il Chieti. Noi rispettiamo tutti gli avversari che incontriamo ogni domenica. Se non lo facciamo, andiamo incontro a brutte figure. Ogni gara che disputiamo puntiamo sempre al massimo. Sarebbe un grave errore non farlo”.

Nel match di andata, disputato sotto i riflettori del “Guido Angelini”, ci fu l’esordio sulla panchina neroverde di Lucarelli condito da un netto 3 a 0. Da li iniziò la rincorsa al Sambuceto che era distante nove punti.

In casa Chieti F.C. mancherà il solo Tato. Nell’Amiternina, che ha indetto per domani la “Giornata Giallorossa”,  rientrerà dalla squalifica l’ex di turno Elvis Felli, con Santirocco in linea d’attacco.

AREA COMUNICAZIONE CHIETI F.C. 1922 

UFFICIO STAMPA