ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELL’ULTIMA GIORNATA DI CAMPIONATO

Si torna in campo giovedì 25 aprile alle ore 15. Nei play off cinque squadre per quattro posti, nei play out l'Amiternina rischia la retrocessione diretta

Ronci-Donato-RAtto finale della stagione regolare di Eccellenza e corsa play off più viva che mai con tre squadre a quota 54 punti che si giocano due posti per gli spareggi promozione. L’ultima gara del campionato si disputerà il 25 aprile con inizio alle ore 15. Il match clou di giornata è sicuramente quello della “Cittadella Dello Sport” dove il Sambuceto ospita il Capistrello. La società viola, dopo il pesante ko di Pontevomano, ha scelto di affidare la panchina nuovamente a mister Del Zotti con l’allontanamento di Paolo Savini che aveva ottenuto 12 punti in 7 partite. Ora Lalli e compagni hanno l’assoluto bisogno del successo per avere la matematica certezza del terzo posto che permette di disputare tra le mura amiche la prima gara degli spareggi, il neo tecnico dovrà fare a meno dello squalificato D’Amico. Dall’altra parte però anche i rovetani, al quarto posto in classifica in compagnia di Spoltore e Alba Adriatica, cercano i tre punti per restare in zona play off e non rischiare di scivolare al sesto posto in classifica con i risultati sfavorevoli dagli altri campi. I granata, reduci da due pareggi consecutivi, si presentano alla gara più importante dell’anno senza lo squalificato Edoardo De Meis.

Altro big match è quello dell’Angelini dove il Chieti ospita lo Spoltore dell’ex Donato Ronci (nella foto) per chiudere al meglio davanti al proprio pubblico. I neroverdi, con la promozione in Serie D già ampiamente ottenuta, vogliono ben figurare nell’ultima uscita interna stagionale dopo la sconfitta di Penne; il tecnico Lucarelli probabilmente dovrà fare a meno dei suoi calciatori spagnoli. Dall’altra parte gli azulgrana non possono permettersi cali di concentrazione visto che con un successo avrebbero la matematica certezza dei play off e potrebbero addirittura balzare al terzo posto in classifica con risultati favorevoli dagli altri campi.

Speranze salvezza legate ad un filo per l’Amiternina che si gioca tutto sull’ostico campo di Martinsicuro contro l’Alba Adriatica di mister Izzotti. Gli aquilani, distanti adesso undici punti dalla quintultima, devono prima conquistare i tre punti e poi sperare in un passo falso delle dirette interessate per potersi giocare tutto negli spareggi salvezza; mister Angelone, alla ricerca dell’impresa, deve rinunciare agli squalificati Di Alessandro e Fantauzzi. Obiettivo diverso ma stesso piano gara per gli albensi che devono almeno centrare il successo per sperare di entrare nella griglia play off, consapevoli di aver bisogno di notizie positive da Sambuceto e da Chieti.

Match che ha poco da dire alla classifica quello del “G. Speziale” dove l’Acqua e Sapone di mister Del Gallo ospita la RC Angolana. Salvezza acquisita per entrambe le squadre con i verdeoro che vogliono chiudere al meglio un finale di stagione da urlo dove hanno ottenuto 14 punti nelle ultime sei gare disputate. Annata superlativa anche per i nerazzurri che, dopo un girone di andata complicato, hanno risalito la china nella seconda parte di stagione arrivando a ottenere ben 48 punti in classifica a questo punto del campionato; mister D’Eugenio dovrebbe affidarsi al solito Ndiaye in attacco.

Scontro fondamentale in chiave salvezza quello di Paterno dove la truppa di mister Torti ospita il Miglianico. I nerazzurri, al quintultimo posto in classifica, hanno bisogno di tornare ad un successo che manca dal 17 Marzo per evitare matematicamente i play out. I teatini dall’altra parte cercano i tre punti per difendere la quartultima posizione della classifica, fondamentale per disputare tra le mura amiche l’eventuale spareggio salvezza; mister Tacchi si affida ad Orta in attacco, autore di otto reti in campionato.

Grande occasione di chiudere il discorso salvezza per il Nereto di mister De Feudis che ospita il Martinsicuro fanalino di coda. I rossoblu, dopo la bella prestazione di Spoltore, vogliono i tre punti per festeggiare la permanenza in un campionato che si era molto complicato nella parte conclusiva. Sull’altro fronte i biancazzurri vogliono disputare al meglio l’ultima gara in Eccellenza con mister Di Fabio che non si è mai tirato indietro anche in questi momenti difficili.

Gara di preparazione ai play off per la Torrese di mister Cristofari che ospita i Nerostellati. I teramani, già certi della seconda piazza in classifica, non hanno l’obbligo di fare risultato e vogliono tenere alta la concentrazione in vista degli spareggi promozione. I peligni invece, in piena zona play off, hanno bisogno di un successo per provare a scavalcare il Miglianico in classifica; mister Bernardi deve fare a meno dello squalificato Trozzo.

Dopo aver conquistato la salvezza sul campo del Martinsicuro, il Delfino Flacco Porto di mister Bonati ospita al “San Marco” il Pontevomano. I pescaresi vogliono chiudere in maniera positiva davanti al proprio pubblico dove hanno costruito maggiormente la loro salvezza. Dall’altra parte i gialloneri hanno bisogno dei tre punti per avere la matematica certezza della permanenza nella categoria con mister Capitanio che deve fare a meno del suo uomo migliore, Manuel Di Sante, out per squalifica.

L’ultimo turno si chiude al Comunale di Cupello dove i rossoblu di mister Carlucci ospitano il Penne. I padroni di casa con quattro punti ottenuti nelle ultime due gare hanno ottenuto la salvezza con un turno d’anticipo ed ora vogliono festeggiare tra le mura amiche con una bella prestazione; il mister rossoblu deve rinunciare a D’Alessandro per squalifica. Minime speranze play off invece per il Penne che ha bisogno di centrare i tre punti e sperare in una difficile serie di risultati per disputare gli spareggi; il tecnico Pavone deve fare a meno di D’Addazio al centro della difesa.

Alessandro Zuccarini