ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELL’ULTIMA GIORNATA DI ANDATA

Paterno e Vastese pronte ad allungare ancora, il Pineto all’esame Cupello. Scontro tra le “sorprese” Morro d’Oro e Miglianico

Nell’ultimo turno di andata del campionato di Eccellenza, le capoliste Paterno e Vastese giocano entrambe in casa per rimanere in vetta laureandosi entrambe campioni d’inverno; il Paterno di Fabio Iodice ospiterà la RC Angolana di Paolo Savini (nella foto), alla seconda partita sulla panchina pescarese; i favori dei pronostici sono tutti per la formazione marsicana, ancora imbattuta e con le coppie Paris-Miccichè (secondo miglior attacco del campionato) in avanti e Gabrieli-D’Amico in difesa, supportati da un super Di Girolamo (miglior difesa con solo otto reti subite), vere e proprie colonne portanti della squadra; la formazione ospite invece, dopo la vittoria di domenica scorsa col Francavilla, con gli innesti di Mariani in difesa e Petre in avanti nel mercato di riparazione, cercano di uscire da una zona di classifica a lei poco consona; i nerazzurri avranno squalificato capitan Di Camillo, assenza pesante in una partita che si prospetta gradevole e piena di emozioni.

La Vastese di Colavitto invece, riceverà all’Aragona una malconcia Val di Sangro, che nel mercato ha perso pedine importanti (ultimi a lasciare la squadra biancazzurra sono stati Fonseca e Caporali) e che avranno squalificati Tano, Crognale e Spinelli; mister Giannico dovrà fare un vero e proprio miracolo per uscire con almeno un punto dal campo della capolista, che peró con la ritrovata coppia d’attacco Tarquini-Iaboni e con l’aggiunta del neo acquisto Giansante non dovrebbe avere problemi a conquistare tre punti che le regalerebbe un felice Natale in vetta alla classifica.

Il Pineto di Giuseppe Donatelli, terza forza del campionato, andrà a far visita al Cupello di Di Francesco, in un match che si prevede bello ed equilibrato dove il maggior tasso tecnico della formazione ospite, che ha ritrovato Orta al centro dell’attacco, supportato dall’ultimo arrivato Antenucci e Ndiaye nel tridente offensivo; problemi in difesa peró, dove mancherá lo squalificato Fruci e molto probabilmente Stacchiotti, infortunatosi domenica scorsa; il Cupello invece, arriva da un buon momento di forma, con gli ispiratissimi D’Antonio e Avantaggiato che andranno a supportare Maio in avanti, che dopo la doppietta di domenica scorsa sembra aver ritrovato il feeling con il gol.

Altra partita bella ed equilibrata sarà quella di Capistrello, dove la formazione di casa riceverà il Martinsicuro di Guido Di Fabio, vera sorpresa di questo girone di andata; i ragazzi granata di Torti però, sono un osso duro da affrontare, soprattutto in casa e con gli ispiratissimi Lepre, Dema e Di Gaetano sempre pronti a pungere in fase offensiva, mancherá per squalifica il giovane Fabiani; ospiti che presenteranno al centro dell’attacco l’ultimo arrivato Pigliacelli, che sostituirà Mastrojanni passato al San Salvo e andranno in terra marsicana a fare la loro onesta partita, forti e consapevoli di avere un organico di tutto rispetto, mancherá Cucco al centro della difesa fermato dal giudice sportivo; sará una partita molto bella, ma allo stesso tempo tattica e intensa, dove chi avrà più pazienza, farà bottino pieno.

Il San Salvo di Danilo Rufini, farà visita all’Alba Adriatica in una partita che si prospetta molto interessante, dove la formazione ospite presenterà in attacco l’ultimo arrivato Mastrojanni, che insieme a Marinelli e Di Ruocco, andrà a formare un tridente offensivo molto interessante e imprevedibile, dove la giovane compagine di mister Di Serafino (orfana di Scrivani svincolatosi in settimana), sempre ben messa in campo e pronta a rispondere colpo su colpo all’avversario, sfruttando il contropiede che rappresenta la loro arma migliore; incontro godibile, dove gli ospiti dovranno invertire la rotta che li vede spesso in difficoltà fuori casa e la formazione locale pronta ad approfittarne e perchè no, fare lo sgambetto ai più quotati biancazzurri, per avvicinarsi sempre più ad una salvezza tranquilla.

Nello scontro diretto di Morro D’Oro tra la formazione di casa e il Miglianico, la squadra di Nico D’Eugenio, che arriva da due sconfitte consecutive, sarà priva degli squalificati Pellanera e Alfredo Ciannelli, ma con il giovane ’96 Florimbi prelevato dal S.Nicoló in settimana, subito in campo, che cercherà di dare più geometrie a centrocampo per la formazione biancorossa insieme a Colacioppo e Potacqui, in avanti insieme a Di Sante ci saranno Recchiuti e Alessandro Ciannelli; il Miglianico di D’Ambrosio, che è a un solo punto dalla formazione teramana, cercherà in tutti i modi il sorpasso in classifica, con la coppia d’attacco De Leonardis-Torsellini in ottima forma, che cercheranno in tutti i modi di scardinare la difesa locale, che ultimamente sta perdendo colpi; partita molto equilibrata, dove non mancheranno sicuramente belle giocate e occasioni da gol.

Al Valle Anzuca di Francavilla, la rinnovatissima squadra di casa di Fabio Montani, affronterà il Sambuceto di Gennaro Grillo, altra formazione che in questo mercato di riparazione ha cambiato tanto; match tutto da scoprire quindi, con i giallorossi di casa che non possono fare più passi falsi se vorranno salvarsi senza passare dai play out, cosa che attualmente sarebbe inevitabile con i dieci punti in classifica; ospiti invece, che con un risultato positivo, si metterebbero al riparo da brutte sorprese e con in campo il giovane Proterra, prelevato in settimana proprio dal Francavilla; incontro molto delicato per entrambe, che non possono sbagliare niente e il tatticismo sicuramente lo farà da padrone.

Derby tutto teramano quello tra i padroni di casa della Torrese di Daniele Fanì e il Montorio 88 di Edmondo De Amicis (che ha svincolato Rinaldi, De Silvestre, De Petris, Catini e Damizia, tutti, tranne Rinaldi, passati al Tossicia), divise da un punto in classifica in una partita piena di insidie per entrambe; locali privi di Valentini squalificato, che faranno esordire al centro dell’attacco Alessandro Pendenza, prelevato in settimana per sostituire Giansante e che con il ritorno di Sekkal dal S.Omero (che nello scacchiere giallorosso dovrebbe sostituire De Sanctis), con Minopoli a dettare i tempi di gioco a centrocampo insieme a Capretta e all’ex Ferraioli; ospiti che faranno esordire dal primo minuto il terzino classe ’95 Rinaldo D’Orazio (scuola Pescara Calcio) prelevato in settimana dal S.Nicoló, che va a rafforzare una squadra già ben amalgamata dal tecnico ospite, con i vari Gizzi, Fragassi e Ridolfi in avanti e le geometrie di Galvez a centrocampo; match bello ed equilibrato, con punti in palio pesanti e dove sicuramente il bel gioco espresso dai due tecnici non mancherà, dando vita ad un gara molto bella.

Chiudiamo con la partita tra Acqua e Sapone e Celano, formazioni che occupano rispettivamente l’ultima e la penultima posizione in classifica, divise da due punti; ospiti che, dopo il cambio dell’allenatore, con Morgante che è subentrato all’esonerato Fidanza, saranno privi di tre pedine fondamentali come Carrato, Marfia e Di Gioacchino, squalificati dal giudice sportivo dopo le espulsioni di domenica scorsa nella contestatissima gara con la Vastese; nei marsicani ci sarà il ritorno del forte difensore centrale Simone Rea, che ha vestito la maglia biancazzurra in serie D e arriva dall’Aquila Calcio; locali che sembrano in ripresa dopo l’arrivo (un mese fa) del possente difensore centrale Giuseppe Colantoni, prelevato dal Taranto in Serie D, al quale si aggiunge quello del portiere (svincolato) Marco D’Ottaviantonio al posto di Alessandro D’Andrea tornato all’Angolana; partita chiave per tutte e due le squadre, che non possono sbagliare niente per cercare una salvezza che attualmente sarebbe una chimera per entrambe, ma c’è ancora un intero girone da giocare e tutto sarà in ballo fino all’ultimo minuto dell’ultima giornata.

M.V.