ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELLA TRENTADUESIMA GIORNATA

Il Chieti a Nereto per festeggiare la promozione. Nessun anticipo al sabato. Tutte le gare inizieranno alle ore 15

De-Feudis-Michele-R2A tre giornate dal termine della stagione regolare il Chieti ha il primo match point per mettere da parte anche la matematica e chiudere il discorso primo posto. Impegno tutt’altro che agevole quella della truppa neroverde che andrà a far visita ad un Nereto bisognoso di punti. I teatini però hanno dalla loro parte il fattore trasferta dove quest’anno hanno ottenuto ben 35 dei 63 punti totali finora ed ora hanno bisogno del ventesimo successo stagionale per festeggiare il salto di categoria. In caso di mancato successo della Torrese, a 7 punti di ritardo ora sul Chieti, potrebbe bastare anche un solo punto alla squadra di mister Lucarelli per l’aritmetica. Dall’altra parte però il Nereto di mister De Feudis (nella foto), dopo le quattro sconfitte consecutive con cui arriva al match, non può permettersi altri passi falsi con la zona play out lontana solamente due punti, un successo che manca dal 24 Febbraio ed una salvezza ancora tutta da guadagnare.Grande entusiasmo per la gara con la società teramana che ha indetto la giornata rossoblù e messo a disposizione 600 biglietti per i tifosi provenienti da Chieti.

Vuole tenere vive fino alla fine le minime speranze primo posto la Torrese di mister Cristofari che ospita la RC Angolana al comunale di Castellalto. Un solo risultato disponibile per i giallorossi che sono chiamati a vincere per restare ancora in corsa e difendere un secondo posto fondamentale in chiave play off con il Sambuceto distante solamente tre punti. I nerazzurri invece dopo il buon punto interno con l’Alba Adriatica della settimana scorsa si sono portati a quattro lunghezze di vantaggio dalla zona play out ed hanno bisogno dell’ultimo sforzo per mettere al sicuro una salvezza quasi del tutto acquisita; mister D’Eugenio deve rinunciare allo squalificato Giammarino per la difficile trasferta.

Impegno agevole sulla carta per il Sambuceto che ospita il Martinsicuro di mister Di Fabio alla “Cittadella Dello Sport”. Reduci da due sconfitte consecutive e fuori ormai dalla corsa al primo posto, i viola hanno l’obbligo di tornare al successo per difendere il loro piazzamento all’interno dei play off con le inseguitrici che viaggiano spedite e distano solamente un punto; mister Savini deve rinunciare allo squalificato Gelsi a centrocampo. Ultime tre gare in Eccellenza invece per i biancazzurri che hanno trovato la via del gol nelle ultime tre partite e dato del filo da torcere a tutte le avversarie nonostante la difficile situazione venutasi a creare durante la stagione.

Fondamentale scontro salvezza quello di Cupello dove i rossoblu ospitano i Nerostellati alla ricerca della salvezza diretta. Periodo negativo quello dei padroni di casa che vengono da tre sconfitte consecutive ed hanno bisogno di tornare al successo con la zona play out lontana solamente due punti; mister Carlucci deve fare a meno di ben tre pedine molto importanti del suo scacchiere come De Cinque, Tucci e Felice, tutti fuori per squalifica. Reduci dalla pesante sconfitta interna con l’Amiternina invece, i peligni, in piena zona play out, sono chiamati al successo per restare ancora in corsa per la salvezza diretta distante adesso quattro lunghezze con un calendario finale tutt’altro che semplice. Il tecnico Bernardi deve rinunciare all’ex di turno Quaranta per squalifica ma può contare sull’altro ex Pendenza in attacco.

Scontro tutto marsicano quello di Paterno dove la truppa di mister Torti ospita il Capistrello. I nerazzurri vengono dalla sconfitta di Pontevomano che ha ridotto a tre i punti di vantaggio sulla zona calda ed ora hanno bisogno di centrare il bottino pieno per chiudere il discorso salvezza e non giocarsi tutto negli ultimi due scontri ostici che offre loro il calendario. Dall’altra parte i granata vengono da due grandi successi contro dirette rivali come Alba Adriatica e Torrese e non vogliono rallentare la marcia per tenersi stretti il piazzamento all’interno della griglia play off; mister Iodice deve fare a meno di Venditti per squalifica.

Duello interessante quello del “Tommolini” di Martinsicuro dove l’Alba Adriatica ospita il Miglianico di mister Tacchi. Al sesto posto in classifica e distanti due punti dai play off, i teramani hanno l’assoluto bisogno del successo per restare agganciati alla parte alta della classifica e riprendersi quel posto nei play off che qualche settimana fa sembrava cosa certa; mister Izzotti deve rinunciare agli squalificati Miani e Picone. Morale alto invece in casa gialloblu che si presenta al match da due successi consecutivi e con la consapevolezza di potersela giocare fino alla fine per la salvezza diretta; Orta e compagni, distanti tre punti dalla zona franca, cercano punti in trasferta dove sono hanno trovato quattro volte la vittoria in questa stagione. La gara verrà disputata al “Tommolini” per le non ottime condizioni del terreno di gioco del “L. Vallese” di Alba Adriatica.

Match delicato quello del “San Marco” di Pescara dove Il Delfino FP di mister Bonati ospita lo Spoltore. I biancazzurri, con tre punti di vantaggio sulla zona play out, vogliono confermarsi tra le mura amiche dopo il gran pari dell’Angelini con cui hanno ottenuto una bella fetta di salvezza. Gli azulgrana dall’altra parte dopo il fondamentale successo interno con il Sambuceto vogliono il quarto successo stagionale con cui metterebbero quasi del tutto al sicuro il loro piazzamento nei play off; mister Ronci deve rinunciare allo squalificato Zanetti per l’ostica trasferta.

Con la salvezza acquisita ed un campionato che ormai ha poco da dire, il Penne ospita l’Amiternina bisognosa di punti in chiave salvezza. Il successo di Nereto del turno scorso ha portato a sette i punti di vantaggio sulla zona play out dei biancorossi che ora cercano di difendere la settima posizione per chiudere al meglio il campionato; il tecnico Pavone deve rinunciare agli squalificati Cacciatore e Savini. Tutt’altra storia invece in casa aquilana con la truppa giallorossa che, dopo l’importantissimo successo dell’Ezio Ricci, ha ancora il bisogno assoluto dei tre punti per restare agganciati ai play out; mister Angelone deve fare a meno di Carbone per squalifica.

Il trentaduesimo turno si chiude al “G. Speziale” di Montesilvano dove l’Acqua e Sapone ospita il Pontevomano per chiudere il discorso salvezza. Finale di stagione da brividi per i verdeoro che grazie agli ultimi quattro successi consecutivi hanno portato a quattro i punti di vantaggio sulla zona play out e legittimato in gran parte una salvezza che un mese fa sembrava molto complicata da raggiungere; mister Del Gallo non può contare sullo squalificato Balzano. Gara che dirà molto invece per il futuro dei teramani che, in piena zona play out e distanti due punti dal treno per la salvezza diretta, hanno bisogno di confermarsi in trasferta dopo il gran successo interno con il Paterno. Il tecnico Capitanio deve rinunciare allo squalificato Maranella e si affida a Manuel Di Sante in attacco, autore di sette reti in campionato.

Alessandro Zuccarini