ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELLA SETTIMA GIORNATA

Paterno - Giulianova e Giulianova Penne anticipate a sabato alle ore 15

Tatomir-Alessandro-RIniziamo la presentazione della settima giornata di andata del campionato di Eccellenza con i due anticipi di domani; a Canistro, la capolista Paterno di Tonino Torti, riceverà il San Salvo, squadra reduce dalla prima vittoria stagionale domenica scorsa contro il Capistrello, dopo l’avvento in panchina del neo tecnico Angelo Suero e con una società rafforzata alle spalle, che però ha perso tutte e tre le partite in trasferta finora disputate. Il Paterno è l’unica squadra imbattuta del torneo, anche se in casa ha fatto molta più fatica che in trasferta e vuole cambiare rotta, soprattutto per rimanere in cima alla classifica generale il più a lungo possibile; sarà una gara equilibrata, con i narazzuri di casa che partono con i favori dei pronostici, anche se la compagine adriatica, dopo essersi sbloccata, vorrebbe continuare la striscia positiva iniziando a far punti anche lontana dalle mura amiche.

L’altro anticipo di domani è quello di Giulianova, dove la formazione di mister Attilio Piccioni, riceverà la visita del Penne; giallorossi che sembrano aver trovato la quadratura del cerchio, dopo la sconfitta della prima giornata di campionato contro il Paterno, facendo undici punti in cinque partite. Il tecnico locale ritroverà in avanti Di Paolo, capocannoniere del torneo, nonostante le due giornate di squalifica, mentre dovrà fare a meno ancora di Di Lallo in difesa, reduce da una brutta frattura al setto nasale meno di quindici giorni fa. I giuliesi però, si troveranno di fronte una squadra organizzata e ben strutturata per affrontare un campionato di media alta classifica come quella vestina di mister Luigi Giandomenico, che però dovrà rinunciare ad uno dei suoi migliori giocatori, l’esterno d’attacco Mattia Rodia, squalificato dal giudice sportivo, anche se la coppia Cacciatore-Orta (quest’ultimo ancora alla ricerca del suo primo gol in campionato), non farà certo dormire sonni tranquilli ai difensori di casa. Anche questa partita sarà molto equilibrata, perché il Penne in trasferta ha raccolto solamente due punti e vuole cambiare il suo trend lontano dai suoi tifosi, anche se sulla loro strada troveranno la formazione giallorossa che non può più sbagliare gara, soprattutto in casa, dove finora ha raccolto poco e una squadra accreditata alla vittoria finale, non può permetterselo.

Passiamo alle partite di domenica, dove il Sambuceto, seconda forza del campionato e reduce da un’ottima prestazione sul campo della capolista Paterno, riceverà la visita del River Chieti 65, in un derby sentito da entrambe le squadre, con la formazione di casa del tecnico romano Alessandro Tatomir (nella foto) che vuole continuare la serie positiva in casa, dove ha vinto sempre, mentre nelle ultime cinque gare, ne ha vinte quattro consecutive, pareggiando, come già detto in precedenza, domenica scorsa contro il Paterno. Il River di mister Francesco Marchetti, squadra molto difficile da affrontare, è ancora alla ricerca della prima vittoria stagionale e cercherà in tutti i modi di mettere il bastone tra le ruote alla compagine viola, in una gara che si presenta molto spigolosa ed intensa, con i locali che partono favoriti, anche se i derby possono regalare sorprese inaspettate.

Il Chieti di mister Gabriele Aielli, riceverà allo stadio “Angelini”, il Capistrello, una squadra organizzata e ben messa in campo dal suo tecnico Fabio Iodice, che però è molto incostante nei risultati, anche se contro le squadre di prima fascia, si esalta sempre; i neroverdi devono rinunciare allo squalificato Costantini e all’inforortunato Fruci, ma la rosa a disposizione del tecnico teatino è di primordine, non ci saranno problemi per sostituirli, soprattutto se sono presenti giocatori come De Fabritiis, molto utile in tutte le zone del campo. Padroni di casa senza dubbio favoriti, anche perché hanno trovato confidenza con il campionato, ma occhio alla compagine granata, formazione esperta e ben attrezzata, che può dare fastidio a qualsiasi squadra ambiziosa, sicuramente sarà una bella partita, tra due squadre che negli ultimi sedici metri, hanno giocatori che possono cambiare le sorti del match in qualsiasi momento.

La RC Angolana, giovane squadra rivelazione di questo inizio stagione, andrà a far visita al Cupello, in un campo dove per tutti è difficile far risultato; la formazione rossoblù di mister Panfilo Carlucci è alle prese con problemi di formazione, soprattutto in mezzo al campo, dove le assenze di Quaranta, Zeytulaev e soprattutto Avantaggiato, si stanno facendo sentire più del dovuto anche se il solo Pendenza li davanti, sta facendo la differenza. I nerazzurri di Paolo Rachini invece, hanno iniziato molto bene, nonostante una rosa giovane che però sta mettendo in difficoltà squadre molto più blasonate di lei e il progetto societario di inizio stagione, pare che stia dando i risultati prefissati, forse oltre le più rosee aspettative. Sarà una gara equilibrata, dove nessuna delle due formazioni partono favorite, ma la fame di punti dei padroni di casa, unita all’esperienza dei suoi giocatori, soprattutto davanti ai propri sostenitori, potrebbe fare la differenza.

Un’altra squadra che ha iniziato bene la stagione è l’Acqua e Sapone di mister Alessandro Del Gallo, che riceverà, sul suo difficile campo, il fanalino di coda Amiternina, formazione che in sei gare, ha ottenuto cinque sconfitte ed un pareggio; sulla carta, la compagine verdeoro montesilvanese dovrebbe continuare l’ottimo cammino svolto finora, anche perché dopo la prima sconfitta stagionale di domenica scorsa in quel di Città S.Angelo, cercherà subito il riscatto; mai dare per scontato il risultato però in queste tipo di gare, soprattutto contro la compagine aquilana del tecnico Vincenzino Angelone che, nelle ultime partite, a dire la verità è stato poco fortunata, anche perché gioca un ottimo calcio, con giocatori di assoluto livello per la categoria; sarà una gara molto divertente ed equilibrata, dove il risultato, classifica alla mano, non è così scontato come potrebbe sembrare.

Il derby teramano tra Torrese e Alba Adriatica é una delle partite più interessanti di questo turno; la compagine di casa del tecnico  Luigi Narcisi, che nelle ultime tre gare ha ottenuto solamente un punto, cercherà, davanti al pubblico amico, di tornare alla vittoria, dopo un mix di partite tra gare interpretate male ed errori arbitrali, dove non è stata la squadra che tutti si aspettavano ad inizio stagione, ancora in forte dubbio la presenza in difesa di Mariani, se non dovesse farcela al suo posto è pronto Cristorari, mentre in avanti si aspettano ancora i gol degli attaccanti, ancora poco incisivi sotto porta, a parte Puglia che però è un esterno. La compagine albense invece, dopo aver iniziato molto bene, nelle ultime partite ha fatto un brusco passo indietro, soprattutto dopo il pareggio interno nel turno infrasettimanale contro l’Acqua e Sapone in pieno recupero, che ha bloccato i ragazzi di mister Nico D’Eugenio, che anche domenica dovrà fare a meno del suo migliore realizzatore stagionale, Manuel Di Sante, unico giocatore che è riuscito a fare la differenza nei primi incontri, mentre Lazzarini  e Miani, sono ancora alla ricerca del primo gol stagionale. Sarà una gara molto tattica, con entrambe le squadre che si conoscono molto bene e nessuno può permettersi passi falsi, dove gli episodi faranno la differenza.

Il Martinsicuro di Guido  Di Fabio, riceverà, davanti ai suoi tifosi, il Miglianico, in una partita molto difficile per la compagine biancazzurra, che in difesa dovrà rinunciare a Cucco e Ferrari, entrambi squalificati; la rosa a disposizione del tecnico vibratiano però è ben attrezzata per poter affrontare qualsiasi tipo di gara, nonostante le assenze. I vibratiani sono ancora alla ricerca di inanellare risultati positivi, per poter  ritrovare la fiducia nei propri mezzi; il Miglianico di mister Mario D’Ambrosio, dopo l’ottimo pareggio di domenica scorsa contro il Chieti, vorrà dare continuità ai suoi risultati, una sola sconfitta in sei gare è un buon viatico per la compagine gialloblù che sta interpretando molto bene questo inizio di stagione. Gara molto interessante, con il Martinsicuro che ha un solo risultato per potersi risollevare, soprattutto sotto il profilo psicologico, anche se di fronte troverà una squadra organizzata e ben messa in campo dal suo allenatore.

Chiudiamo con la gara di Montorio al Vomano, dove la formazione giallonera di mister Michele De Feudis ospiterà lo Spoltore, formazione reduce dalla prima vittoria stagionale domenica scorsa contro il Cupello; i teramani, devono ritrovare il gol, che manca ormai dalla prima giornata di campionato contro il San Salvo, anche se l’ottima gara disputata contro l’Alba Adriatica nel turno precedente, lascia buoni propositi per il tecnico pugliese che, con lo spostamento di Daniele Gizzi al centro della difesa, ha compattato un reparto apparso abbastanza fragile nelle prime partite, mentre in attacco ci si attende il ritorno in buone condizioni di Ndiaye e Simone Gizzi, ancora non al top della condizione fisica. La compagine ospite di mister Donato Ronci invece, cercherà di dare continuità ai propri risultati, con il tecnico che sembra aver trovato la giusta quadratura in campo della squadra pescarese, che ha in Grassi, Morales e Nardone, i giocatori più pericolosi. Sarà una partita molto equilibrata, con entrambe le squadre attente soprattutto alla fase difensiva, anche se i padroni di casa, come detto in precedenza, devono ritrovare la via del gol; gli episodi faranno la differenza e chi sarà più brava ad approfittarne, si aggiudicherà la contesa.

M.V.