ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELLA SEDICESIMA GIORNATA

Il Chieti attende il Penne, il Sambuceto il Pontevomano. Nessuna gara anticipata a sabato

Pavone AdamoLa capolista Chieti, dopo la vittoria di misura sul campo del Nereto nell’andata della semifinale di Coppa Italia, ospita all’Angelini il Penne. I vestini, miglior difesa del torneo con tredici reti subite, si presentano alla sfida con una striscia di ben otto risultati utili e vogliono uscire indenni anche da uno dei campi più difficili del campionato per continuare a muovere la classifica; mister Pavone (nella foto) deve fare i conti con l’assenza pesante dello squalificato Cacciatore in attacco. Miccichè e compagni dall’altra parte, vittoriosi cinque volte sulle otto uscite stagionali davanti al loro pubblico, vogliono subito tornare al successo dopo il pari interno del turno scorso per restare da soli in cima alla classifica; il tecnico Lucarelli potrebbe lanciare Delgado dal primo minuto, autore di uno scampolo di partita in Coppa.

La seconda della classe Sambuceto ospita il Pontevomano del tecnico Capitanio alla “Cittadella Dello Sport”. I viola, imbattuti tra le mura amiche, vengono dal successo esterno di misura con il Martinsicuro e cercano la nona vittoria stagionale per provare a riprendersi al vetta ora distante solamente una lunghezza; mister Del Zotti ha il dubbio Criscolo in attacco uscito malconcio nell’ultimo match mentre recupera Camporesi in difesa. I teramani invece, vittoriosi solo una volta in trasferta, cercano punti sul campo del Sambuceto per allontanarsi dalla zona play out.

Punti pesanti quelli in palio a Cupello dove i rossoblu ospitano l’Amiternina di mister Angelone. Gli aquilani, reduci dal netto successo interno per 3-0 sull’Angolana nell’andata della semifinale di Coppa Italia, hanno bisogno del terzo successo esterno stagionale per risalire la classifica e scavalcare proprio il Cupello. Ninte e compagni sull’altro fronte, in vantaggio di due punti sui giallorossi, vengono da ben sei risultati utili consecutivi e vogliono il quarto successo stagionale per uscire dalla zona calda della classifica, il tecnico Carlucci si affida al classe 2002 Zinni in attacco, autore di tre reti in campionato.

La Torrese torna nel suo fortino e ospita il Miglianico di mister Pesce alla ricerca del settimo successo interno consecutivo. I teatini vengono da due pareggi di fila senza reti e vogliono interrompere la striscia di successi interna dei giallorossi per evitare scivoloni in classifica; il tecnico gialloblu deve fare a meno dello squalificato Mennillo. I teramani invece dopo l’inatteso stop sul campo dell’Angolana non possono permettersi altri passi falsi se vogliono tenere il ritmo delle prime della classe; mister Narcisi deve rinunciare a capitan Stacchiotti in difesa per squalifica.

Match interessante quello di Nereto dove i teramani ospitano lo Spoltore terzo della classe. I rossoblu dopo il gran pari sul campo del Chieti vogliono confermarsi tra le mura amiche per riprendersi i punti lasciati per strada nella parte iniziale della stagione; mister De Feudis deve rinunciare ad una pedina importante come Pagliuca a centrocampo, out per squalifica. Gli azulgrana sull’altro fronte, vogliono rimanere agganciati alle prime della classe e per farlo devono centrare il successo in trasferta, arrivato solamente una volta fino ad ora; il tecnico Ronci recupera Buonafortuna in difesa dalla squalifica e punta su Grassi in attacco, autore di cinque sigilli in campionato.

Reduce dal pari interno con il Paterno, il Capistrello andrà a far visita all’Acqua e Sapone di mister Del Gallo al “G. Speziale” di Montesilvano. I marsicani hanno rallentato la loro marcia nelle ultime sfide ed ora per restare in piena zona play off hanno bisogno di ritrovare la via del successo che manca da ben sei giornate; il tecnico Iodice ritrova Pollino in attacco dopo la squalifica. I verdeoro invece viaggiano a gonfie vele tra le mura amiche dove hanno ottenuto ben quattordici punti nei sette incontri disputati ed ora cercano altri tre punti per lanciarsi nella parte alta della classifica; il tecnico pescarese deve rinunciare allo squalificato Ricci in difesa.

Il Delfino Flacco Porto, dopo il buon pari sul campo dello Spoltore, ospita al “San Marco” il Martinsicuro. I portuensi hanno ottenuto solamente un punto nelle ultime due gare e vogliono tornare al successo davanti al loro pubblico per risalire la classifica; mister Bonati può nuovamente contare su Marcelli al centro della difesa dopo lo stop per squalifica. I teramani invece possono ripartire dalla buona prestazione della prima frazione contro il Sambuceto per provare a tornare a fare punti dopo undici ko consecutivi; il tecnico Di Fabio recupera Farinelli dalla squalifica e si affida a Lazzarini in attacco.

Dopo il gran successo interno ottenuto nel finale con la Torrese, la RC Angolana andrà a far visita al Paterno di mister Torti. I pescaresi hanno ottenuto quattro punti nelle ultime due trasferte ed ora vogliono iniziare a dare continuità ai risultati per rimanere fuori dalla zona play out; il tecnico D’Eugenio recupera D’Alonzo dopo la squalifica e si affida a Pompei in attacco per la difficile trasferta. Di Virgilio e compagni dall’altra parte hanno ottenuto tre successi e un pari nelle ultime quattro uscite senza subire nessun gol ed ora cercano la settima gioia stagionale per lanciarsi nelle parti nobili della classifica.

Il sedicesimo turno si chiude al “L. Vallese” dove l’Alba Adriatica ospita i Nerostellati di mister Saccoccia. I teramani vengono da ben cinque risultati utili consecutivi e vogliono centrare il quarto successo interno stagionale per tenere il passo delle prime e restare in zona play off; il tecnico Izzotti può contare sul rientrante Giorno e si affida a Njambe in attacco. Pendenza e compagni dall’altra parte, in piena zona play out, cercano il terzo risultato utile consecutivo in trasferta, dove hanno ottenuto solamente cinque punti finora.

Alessandro Zuccarini