ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELLA PENULTIMA GIORNATA DI CAMPIONATO

Il Martinsicuro ospita l'Acqua e Sapone, i Nerostellati 1910 andranno a Miglianico

D'Ambrosio-Mario-RDomenica torna il campionato di Eccellenza dopo la sosta pasquale e lo sprint finale per la vittoria del campionato, per i play off, salvezza diretta e play out sarà molto interessante, soprattutto perché mancano solo due giornate alla fine della regular season. Una delle due capoliste, il Martinsicuro, riceverà davanti ai propri tifosi l’Acqua e Sapone, formazione in piena lotta per evitare i play out con i suoi 36 punti, ma che con una vittoria nell’ultima giornata in casa contro il San Salvo, squadra già salva, che sembra aver avuto tanti problemi in queste ultime settimane, raggiungerà la salvezza diretta. La formazione truentina di Guido Di Fabio non può più sbagliare e deve a tutti i costi vincere la partita per poter rimanere in cima alla classifica generale; con i rientri di Mariani e Carboni, il tecnico di casa non ha problemi di formazione, dopo il grande lavoro atletico di queste ultime due settimane; bisogna però stare attenti alla compagine di Giuseppe Naccarella, che non regalerà niente ai biancazzurri e cercherà un risultato positivo che la possa salvare il prima  possibile, ai verdeoro mancheranno capitan Di Biase e Bocale, entrambi squalificati. Sarà una bella partita, con entrambe le squadre che non si risparmieranno, dando vita sicuramente ad un match molto intenso e pieno di emozioni, dove però le motivazioni dei locali, aggiunto al bel gioco e a un tasso tecnico superiore, dovrebbero fare la differenza.

L’altra capolista del torneo, i Nerostellati 1910, faranno visita al Miglianico, anche lei invischiata nella zona play out, reduce dall’ottimo pareggio interno col Paterno e formazione ben attrezzata per la salvezza finale, con giocatori esperti, di livello e giovani molto interessanti, messi bene in campo da mister Mario D’Ambrosio (nella foto) che cercheranno di fare il possibile per salvarsi senza passare dai play out, ai gialloblù mancherà lo squalificato Scordella. La squadra peligna di Matteo Di Marzio invece, cercherà di far suo il match per continuare la marcia verso la Serie D, in una partita molto tattica e spigolosa, dove gli episodi faranno sicuramente la differenza; anche qui le motivazioni della compagine ospite sono tante, con tanti tifosi al seguito, anche se il Miglianico è una squadra difficile da affrontare, che vorrà riscattare un campionato pieno di alti e bassi.

Il Paterno di Alessandro Lucarelli, che insegue la coppia di testa con tre punti di distanza, riceverà tra le mura amiche il Morro D’Oro, altra squadra impelagata nella zona bassa della classifica; il tecnico marsicano dovrà fare a meno degli squalificati Albertazzi e Puglia, ma deve vincere a tutti i costi sperando in un passo falso delle prime due, cosa assai difficile, ma la speranza dei nerazzurri, dopo l’eliminazione nella semifinale della Coppa Italia nazionale è ancora appesa a un filo; la compagine teramana di Nico D’Eugenio, dopo la vittoria nello scontro diretto contro il River Chieti 65, deve cercare di far punti a tutti i costi, anche per la posizione nella griglia dei play out, tenendo conto che nell’ultima giornata riceverà il Martinsicuro, in un calendario assai difficile per i biancorossi che dovranno fare a meno al centro della difesa dell’esperienza di Nicola Di Francia, squalificato. Partita che sulla carta vede partire i marsicani con i favori dei pronostici, anche perché la rosa della  squadra del presidente Di Gregorio è di assoluta qualità, che punta al salto di categoria, anche dovendo passare dai play off, mentre gli ospiti, dovranno buttare il cuore oltre l’ostacolo per cercare di far risultato in trasferta.

Il big match di giornata sarà quello di Città S.Angelo, dove la RC Angolana riceverà l’Alba Adriatica, nello scontro diretto decisivo per entrare nei play off; locali che hanno un solo risultato a disposizione, la vittoria, mentre i vibratiani hanno due risultati su tre a disposizione, grazie ai due punti di vantaggio. Mister Paolo Rachini dovrebbe recuperare dal primo minuto Orta e Scarponcini, anche se sono ancora in forte dubbio dopo una lunga assenza, mentre la compagine ospite di Pasqualino Di Serafino, Sacchetti a parte, avrà tutti abili e arruolati, cercando di portarsi a casa punti fondamentali per un traguardo che ad inizio stagione era insperato. Sarà una bella partita, sicuramente ricca di emozioni, che le squadre si giocheranno a viso aperto, gli ospiti hanno un ispiratissimo Lazzarini al centro dell’attacco, con Antonacci e Di Giorgio sugli esterni che possono far male soprattutto nelle ripartenze, ma anche i nerazzurri con Farindolini, Saltarin e i possibili ritorni di Orta e Scarponcini, possono far male ai rossoverdi in qualsiasi momento, oltre ai calci piazzati di Fruci, sempre pericolosi.

Il Francavilla di Fabio Montani andrà a far visita al San Salvo, squadra che ormai non deve chiedere più niente al campionato, con mister Massimo Marinucci che schiererà una formazione imbottita di giovani, mentre i giallorossi, che hanno un calendario agevole, devono far più punti possibili per rimanere in zona play off, approfittando dello scontro diretto tra RC Angolana e Alba Adriatica, giocandosi poi tutto in casa contro la già retrocessa Virtus Teramo, la posizione migliore. Le motivazioni e la qualità della formazione ospite, unita ai tanti problemi della squadra biancazzurra, fa pendere notevolmente l’ago della bilancia per la compagine del presidente De Vincentiis, priva dello squalificato Di Pentima, che molto probabilmente finirà la stagione in quarta posizione.

Il Sambuceto di Alessandro Tatomir, che in settimana è stato confermato sulla sua panchina anche per la prossima stagione, andrà a far visita alla Virtus Teramo di Patrick Moro, che schiererà molti giovani di prospettiva in campo, per proseguire il progetto della società biancorossa; la compagine teatina invece, andrà a fare la sua onesta partita, consapevole di affrontare una squadra retrocessa, che però non le regalerà niente, anche se il tasso tecnico della squadra viola è nettamente superiore a quello teramano, con i suoi 50 punti all’attivo; sarà una gara sbarazzina, dove gli ospiti partono nettamente favoriti.

Il Capistrello di Tonino Torti riceverà il Cupello, in una partita tra due squadre ampiamente salve, che si giocheranno l’ottavo posto in classifica generale, attualmente occupato da entrambe a 43 punti; la formazione di Giuseppe Di Francesco andrà in terra rovetana giocandosi la gara a viso aperto, essendo conscia delle proprie forze contro la squadra locale che invece ha fatto un altro buon campionato e vorrà chiudere in bellezza la stagione davanti ai propri tifosi, in un match che si presenta senza tanti tatticismi, con i due tecnici che possono utilizzare chi in stagione ha avuto meno spazio.

Il primo scontro diretto della giornata per non retrocedere si giocherà a Penne, dove la squadra di Paolo Savini riceverà il River Chieti 65, consapevole che con una vittoria centrerà una salvezza diretta insperata con una giornata di anticipo, dopo una strepitosa rimonta, nelle ultime undici gare, i biancorossi hanno fatto ben venticinque punti senza mai perdere; la compagine ospite di Luciano Miani invece, che segue la compagine pescarese di tre punti, ma arriva alla gara dopo due sconfitte consecutive, che ne hanno compromesso la salvezza diretta quando sembrava ad un passo, ma niente è perduto per i giovani ragazzi del presidente Bassi, anche se nell’ultima giornata i rosanero riceveranno la visita della corazzata Paterno. Sicuramente assisteremo ad uno spareggio anticipato, dove la formazione di casa partirà con i favori dei pronostici, dopo un finale di stagione da incorniciare, con i tifosi che hanno sempre incitato la propria squadra in ogni momento della stagione e che può risultare il dodicesimo uomo in campo, al cospetto della squadra teatina che nelle ultime due giornate è sembrata la brutta copia di quella ammirata tutta la stagione.

Chiudiamo con un altro match decisivo per la salvezza finale, dove il  Montorio 88, riceverà la visita dell’Amiternina, in una partita dove in entrambe le squadre ci sono diversi ex, con i gialloneri del tecnico Michele De Feudis, che hanno un punto di vantaggio sulla compagine aquilana, che si affiderà al bomber Terriaca, affiancato dal giovane Mazzaferro e Shipple, mentre Simone Gizzi, cresciuto nella società giallorossa, Ridolfi, Facecchia e il giovane Calderaro, cercheranno di trascinare verso la salvezza i teramani. Partita molto importante per tutte e due le squadre che si giocheranno una fetta di stagione in questo match, anche se poi nell’ultima giornata il Montorio 88 farà visita all’Alba Adriatica, mentre i ragazzi di Sergio Lo Re riceveranno in terra aquilana il Penne; gara equilibrata dove gli episodi possono fare la differenza, un pareggio sarebbe deleterio per entrambe le formazioni, che poi si ritroveranno a disputare i play out.

M.V.