ECCELLENZA – LA PRESENTAZIONE DELLA PENULTIMA GIORNATA

Dopo la promozione del Chieti e la retrocessione del Martinsicuro è lotta aperta per i play off e play out. Nessun anticipo al sabato. Le gare inizieranno alle ore 15

Rodia-Mattia-RCon il discorso primo posto ormai archiviato, è ancora apertissima la corsa play off con tre squadre per due posti a 180 minuti dal termine della stagione regolare. Match di rilievo quello del “Caprarese” dove lo Spoltore ospita il Nereto di mister De Feudis per strappare un pass per gli spareggi play off. Rullino di marcia quasi perfetto quello degli azulgrana tra le mura amiche dove vengono da ben cinque vittorie consecutive e sono secondi solamente alla Torrese per punti ottenuti. La truppa del tecnico Ronci ora cerca l’ennesima gioia stagionale davanti al proprio pubblico per restare nelle zone nobili della classifica. Giornata azulgrana indetta dalla società del patron Pompa che richiama in massa i sostenitori per l’ultima uscita interna della stagione. Dall’altra parte i teramani, con un vantaggio di due punti sulla zona play out, hanno assoluto bisogno di un risultato utile per non scivolare in classifica e per evitare di giocarsi tutto nell’ultimo, seppur agevole sulla carta, match con il Martinsicuro.

Scontro interessante quello di Pontevomano dove i gialloneri ospitano il Sambuceto per prendersi la salvezza. La truppa di mister Capitanio ha bisogno di sei punti e di risultati favorevoli dagli altri campi per sperare nella salvezza diretta in queste ultime due giornate con un ritardo attuale di due punti dalla zona franca. I viola invece, trainati da un super Criscolo nelle ultime settimane, possono ottenere la certezza matematica dei play off centrando il diciassettesimo successo stagionale; mister Savini si affida alla coppia offensiva più prolifica del campionato composta appunto da Criscolo e dal capocannoniere Lalli, autori di ben 42 gol insieme.

Duello tutt’altro che semplice per la Torrese di mister Cristofari che andrà a far visita al Miglianico al “F.lli Ciavatta”. Dopo il brutto stop interno con l’Angolana, i giallorossi non possono permettersi altri passi falsi con il Sambuceto incollato ed un secondo posto tutto da difendere fino all’ultima giornata. Ultima uscita stagionale così per i teramani dove hanno di gran lunga lasciato a desiderare durante la stagione con solamente 13 punti ottenuti, inferiori solamente a quelli conquistati da Paterno, Amiternina e Martinsicuro. Si presentano in salute invece i gialloblù con tre risultati utili consecutivi e si giocano tutto in questi ultimi due turni per cercare di prendersi almeno la migliore posizione possibile per i play out con la salvezza diretta che ormai pare molto complicata da raggiungere. Mister Tacchi deve fare a meno di ben tre squalificati: Battista, Grossi e Seck.

Match fondamentale quello di Capistrello dove i rovetani ospitano l’Acqua e Sapone di mister Del Gallo. I padroni di casa, al quarto posto in classifica in compagnia dello Spoltore, hanno bisogno del quarto successo interno consecutivo per arrivare con un vantaggio all’ultimo difficile match della “Cittadella Dello Sport” con il Sambuceto; mister Iodice deve fare a meno dello squalificato Fantauzzi. I verdeoro invece con un perfetto mese di marzo, dove sono arrivati quattro vittorie e un pareggio, si sono presi gran parte della salvezza ed ora hanno bisogno di due punti per la matematica; il tecnico pescarese deve rinunciare ad Evangelista per squalifica.

Partita da dentro o fuori per l’Alba Adriatica che se la vedrà sull’ostico terreno dell’Ezio Ricci con i Nerostellati di mister Bernardi. I vibratiani, distanti due punti dalla zona play off, hanno l’assoluto bisogno della vittoria per restare ancora in scia alle rivali e giocarsi tutto nell’ultimo match interno. Il tecnico Izzotti ritrova Miani in attacco ma deve fare a meno dello squalificato Petrini tra i pali. Match fondamentale anche per i peligni che, con la zona salvezza diretta ormai praticamente irraggiungibile, vogliono tornare al successo interno per provare a guadagnare qualche posizione in griglia ed allungare sull’Amiternina.

Dopo i festeggiamenti e la gioia per la vittoria del campionato, il Chieti andrà a far visita al Penne in un match che non ha nulla da dire a nessuna delle due compagini in chiave classifica. Chiudono con un bilancio più che positivo in trasferta i neroverdi dove hanno ottenuto ben undici vittorie a dimostrazione della difficile situazione del terreno di gioco dell’Angelini. Il tecnico Lucarelli, autentico protagonista di questa promozione, vuole regalare un’altra grande gioia ai tifosi neroverdi, sempre presenti in gran numero in trasferta e dovrebbe confermare il grande ex della gara Rodia (nella foto) in attacco. Ultima uscita davanti al proprio pubblico per la squadra di mister Pavone che vuole ben figurare contro la prima della classe e chiudere al meglio una grande annata; protagonista del match e della stagione biancorossa, l’estremo difensore Cristian D’Amico, altro ex della gara con un passato neroverde alle spalle.

Reduce dal buon pari interno con lo Spoltore, Il Delfino Flacco Porto di mister Bonati ha una grande opportunità per chiudere il discorso salvezza contro il Martinsicuro al “Tommolini”. I pescaresi, lontani tre lunghezze dalla zona play out, cercano il quarto successo stagionale per raggiungere la salvezza e chiudere al meglio una bella stagione da neopromossa. Ultima gara interna invece per il Martinsicuro che vuole regalare una piccola gioia ai suoi tifosi; mister Di Fabio deve fare a meno dello squalificato Palladini.

Scontro importante in chiave salvezza quello di Scoppito dove l’Amiternina di mister Angelone ospita il Cupello. Hanno estremo bisogno di un risultato utile i giallorossi che, al penultimo posto in classifica, devono mantenere il distacco inferiore ai dieci punti con la terzultima per poter regolarmente disputare i play off. Salvezza quasi del tutto acquisita invece per i rossoblù di mister Carlucci che, dopo l’ultimo grande successo con i Nerostellati, hanno portato a quattro i punti di vantaggio sulla zona play out a due giornate dal termine.

La trentatreesima giornata si chiude al “Petruzzi” di Città Sant’Angelo dove la RC Angolana di mister D’Eugenio ospita il Paterno. Reduci dal fondamentale successo sul campo della Torrese con cui hanno raggiunto la salvezza, i nerazzurri vogliono chiudere al meglio davanti ai loro tifosi per coronare un grande girone di ritorno. Bisognosi di punti invece i ragazzi di mister Torti che, a quota 42 punti in classifica, devono ancora lottare per la salvezza a due giornate dal termine dopo un campionato ben al di sotto delle aspettative e degli obiettivi prefissati.

Alessandro Zuccarini