ECCELLENZA – IL PUNTO SUGLI SPAREGGI PLAY OFF E PLAY OUT

La finale play off sarà Torrese-Sambuceto. Il Miglianico retrocede in Prima categoria

Lalli-RClamoroso tonfo dello Spoltore che esce sconfitto dalla “Cittadella Dello Sport” per ben sei reti a zero e deve così arrendersi ad un grande Sambuceto che andrà a giocarsi la finale play off contro la Torrese. Dopo un primo quarto d’ora di studio, il match si sblocca al 16’ quando Nardone approfitta di una disattenzione difensiva ospite e supera D’Ettorre con un fortunato rimpallo. Lo Spoltore prova a reagire ed al 32’ si rende pericoloso con una punizione di Di Pentima su cui risponde presente De Deo che devia in corner. Passa un minuto e i viola in contropiede raddoppiano : Gelsi se ne va sulla sinistra e mette al centro per Camperchioli che supera l’estremo ospite e mette in rete. La truppa di mister Ronci non ci sta e nel finale di tempo Nuevo trova ancora una volta un attento De Deo che devia il suo tentativo dal limite. Nella ripresa partono meglio gli azulgrana ma al 63’ Lalli (nella foto) con un preciso destro dall’interno dell’area realizza la terza rete viola e chiude il match. Gli ospiti accusano il colpo e la truppa di mister Del Zotti ne approfitta per andare in rete al 67’ ancora con Lalli che supera D’Ettorre con un destro in diagonale e mette a segno la sua doppietta personale. I padroni di casa continuano a spingere e sei minuti più tardi trovano la quinta rete con il neo entrato Legnini abile a sfruttare nel migliore dei modi un corner battuto da Nardone. A cinque minuti dal termine gli azulgrana rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Titi Sanz e nel finale si unisce anche Castropaolo alla festa che, con un eurogol in rovesciata, porta il risultato sul definitivo 6-0.

La Torrese con qualche affanno stacca il pass per la finale superando di misura una coriacea Alba Adriatica nei tempi supplementari. Prima frazione molto equilibrata quella del Comunale di Castelnuovo Vomano con i padroni di casa che si rendono pericolosi nei primi minuti con una conclusione di Puglia che termina di poco alta. Ad inizio ripresa è ancora Puglia il più vivace che ci prova con un destro da ottima posizione salvato da Petrini con un grande intervento. Il finale di gara così come il primo tempo supplementare non offre azioni pericolose con l’incontro che si sblocca solo nella seconda frazione quando una conclusione di Pietropaolo, complice anche una deviazione di Schiavoni, si infila alle spalle di Petrini per il vantaggio dei ragazzi di mister Cristofari. Nel finale di match gli ospiti provano a rendersi pericolosi ma i giallorossi reggono l’urto e andranno a giocarsi la finale play off con il Sambuceto per proseguire il sogno promozione.

I Nersotellati trascinati da un super Pendenza superano 2-0 il Miglianico nello spareggio salvezza e possono festeggiare per ora la permanenza nella categoria aspettando i verdetti delle abruzzesi in Serie D; triste epilogo invece per la società del patron Aurora che dopo 13 anni tornerà a disputare il campionato di Promozione. Dopo una ripresa vivace ma senza reti, la gara si sblocca all’8’ della ripresa quando Pendenza raccoglie un servizio di Iacobucci e mette in rete con il destro per il vantaggio peligno. I gialloblu di mister Tacchi rispondono subito al 56’ con una conclusione di Polisena che si spegne di poco a lato. La rete che chiude i giochi arriva al 71’ quando ancora il solito Pendenza supera Ferrara e realizza la sua pesantissima doppietta personale. Nel finale i teatini provano a rientrare in partita ma Orta manda alto da ottima posizione con i gialloblu che devono così dire addio all’Eccellenza.

A.Z.