ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA VENTISEIESIMA GIORNATA

Il Giulianova continua in solitaria, segue il Chieti che batte il Martinsicuro e si riprende il secondo posto. In coda vincono San Salvo, Miglianico e Amiternina

Miani-Simone-RSuccesso fondamentale in chiave salvezza per il San Salvo che batte a domicilio e in rimonta il River Chieti 65. Al primo affondo, al decimo minuto, i rosanero passano in vantaggio con una grandissima rete di Criscolo che si libera al limite dell’area e batte Cialdini con un destro violento; i padroni di casa reagiscono e riescono subito a riportare il risultato sulla parità quando Felice, al 19’, mette in rete sugli sviluppi di un corner. Passano solamente tre minuti e i biancazzurri ribaltano il risultato con Caprarola che batte Napoli con il sinistro da pochi passi e prima dell’intervallo rimangono in dieci uomini per l’espulsione del difensore Saye. Al 16’ della ripresa i ragazzi di mister Gelsi trovano la terza rete con Di Pietro che, ben servito da Polisena, fredda Napoli con il destro dall’interno dell’area. Nonostante l’inferiorità numerica, sono i locali a rendersi più pericolosi e a chiudere la gara al 20’ quando il neoentrato Molino sfrutta una disattenzione difensiva rosanero e realizza la quarta rete; passano due minuti e il River trova la rete con Antignani che supera con un bel sinistro al volo Cialdini sugli sviluppi di un calcio d’angolo. I ragazzi di mister Marchetti spingono e al 40’ trovano la terza rete ancora con Antignani che dagli undici metri spiazza Cialdini siglando il suo sesto centro stagionale; nel finale però il River non riesce ad evitare la seconda sconfitta consecutiva e si vede raggiungere in classifica dal Miglianico con il vantaggio sul San Salvo che ora è di solamente due lunghezze. I biancazzurri invece ottengono il quarto successo stagionale contro una diretta rivale per la salvezza e ora cercheranno in tutti i modi di abbandonare l’ultimo posto in classifica.

Il big match di giornata va al Chieti che batte di misura all’Angelini il Martinsicuro con un gran gol di Catalli. Dopo una prima parte di gara bloccata, gli ospiti hanno una grande occasione al 24’ per passare in vantaggio ma Maio fallisce il calcio di rigore calciando sul palo; i ragazzi di mister Marino rispondono poco dopo con una deviazione di Catalli dall’interno dell’area che si infrange sul palo. Nella ripresa va ancora vicino alla rete il Chieti con un Calderaro che con il sinistro dal limite colpisce un altro palo; al 9’ Maio a tu per tu con Salvatore si divora il gol del vantaggio mandando a lato il suo pallonetto. Il gol che sblocca la partita arriva al 34’ quando Catalli raccoglie un cross dalla destra di Calderaro e batte Osso con una grandissima girata al volo siglando il suo decimo centro stagionale. I neroverdi conquistano così il secondo successo consecutivo e scavalcano proprio il Martinsicuro in classifica portandosi al secondo posto; i ragazzi di mister Di Fabio invece interrompono la striscia di 14 risultati utili e incassano il quinto stop stagionale che li fa scivolare al terzo posto in classifica.

Secondo successo consecutivo per l’Alba Adriatica che batte tra le mura amiche il Paterno di mister Torti per 3-2. Partono bene i teramani che al decimo passano in vantaggio con Miani (nella foto) che supera Cattafesta con il destro dall’interno dell’area; reagiscono i nerazzurri che vanno vicini al pareggio con Lepre ma Spinelli è bravo a deviare in angolo. Il gol del pari arriva al 26’ quando Lepre colpisce incontrastato sugli sviluppi di un calcio d’angolo e sigla il suo undicesimo centro stagionale; prima dell’intervallo però gli ospiti vanno ancora sotto quando Miani supera Cattafesta con una deviazione sulla conclusione di Foglia dal limite dell’area. Al quarto d’ora della ripresa i rossoverdi trovano la terza rete con il solito Miani che controlla la sfera all’interno dell’area e manda in rete con un gran sinistro siglando la sua tripletta personale. I marsicani non ci stanno e spingono alla ricerca del gol per riaprire la gara che arriva al 31’ quando Della Penna raccoglie la palla vagante all’interno dell’area e trafigge Spinelli. Nel finale i ragazzi di mister D’Eugenio si difendono e gestiscono bene la gara ottenendo il decimo successo stagionale che li porta al sesto posto in classifica e li mantiene a tre lunghezze dalla zona play off; i nerazzurri invece con il quarto stop esterno stagionale si allontanano ulteriormente dalla vetta e vedono avvicinarsi lo Spoltore alle spalle, distante ora cinque lunghezze.

Non si ferma il Giulianova che vince in trasferta sul campo del Capistrello per 2-0. In un match equilibrato, i giallorossi vanno vicini alla rete alla mezz’ora con Di Paolo ma la sua conclusione da buona posizione termina alta; il gol del vantaggio giuliese arriva al 32’ quando Lenart con una traiettoria ingannevole supera Carnevali sugli sviluppi di un calcio piazzato. Passano pochi minuti e i marsicani rispondono con una punizione di Bolzan dalla lunga distanza che termina sulla traversa. Prima dell’intervallo arriva il raddoppio dei ragazzi di mister Piccioni con Di Paolo che sigla il suo diciassettesimo centro stagionale sfruttando un’indecisione dell’estremo locale Carnevali. Nella ripresa i padroni di casa provano a rendersi pericolosi ma il Giulianova si difende bene non concedendo spazi; i granata vanno vicini alla rete al 40’ con Leccese ma Abate è bravo a deviare in angolo la conclusione ravvicinata. I giallorossi conquistano così il quarto successo consecutivo e restano saldamente al comando della classifica con otto punti di vantaggio sul Chieti; i ragazzi di mister Iodice invece subiscono la seconda sconfitta consecutiva e vengono scavalcati in classifica dall’Alba Adriatica con la zona play off che ora dista cinque lunghezze.

Terzo successo stagionale per il Miglianico che supera tra le mura amiche l’Acqua e Sapone per 3-1. In una prima frazione di gara bloccata, i padroni di casa passano in vantaggio al 42’, al primo tentativo, quando Battista raccoglie un cross dalla sinistra di Marfisi e batte Palena con un bel destro dal limite; prima dell’intervallo il Miglianico rimane in dieci uomini per l’espulsione proprio di Battista autore di un brutto fallo su Isotti. Nella ripresa i ragazzi di mister Del Gallo provano a rendersi pericolosi ma al 30’ subiscono la seconda rete quando Orta supera Palena con un bel sinistro in diagonale; i pescaresi riaprono la gara cinque minuti più tardi con una deviazione aerea di Bassano che termina alle spalle di De Deo. Il gol del definitivo 3-1 arriva nei minuti di recupero con Orta che sfrutta una disattenzione di Palena e sigla il suo quinto centro stagionale. I ragazzi di mister Savini ottengono così tre punti pesanti in chiave salvezza e agganciano il River in classifica; continua invece il momento no dei verdeoro che subiscono la terza sconfitta consecutiva con il successo che manca da sei giornate.

Altro successo importante in chiave salvezza è quello dell’Amiternina che batte con un netto 4-1 interno il Montorio 88. La prima occasione pericolosa del match è sulla testa di Santilli che sugli sviluppi di un corner non riesce a centrare la porta da buona posizione; al 23’ passano in vantaggio i padroni di casa con un gran destro da fuori di Di Norcia che si insacca alle spalle di Recchiuti. I gialloneri non ci stanno e al 36’ riportano il risultato sulla parità con il solito Lombardi che supera Serpietri con una bella conclusione dal limite siglando il suo terzo centro consecutivo. Passano solamente tre minuti della ripresa e i ragazzi di mister Angelone vanno nuovamente in vantaggio con Santirocco che batte Recchiuti con un tocco all’interno dell’area; quattro minuti più tardi i marsicani realizzano la terza rete con Di Norcia che deve solo appoggiare in rete su un cross dalla sinistra di Mazzaferro. Il gol che chiude la gara arriva nel finale ancora con Di Norcia che, solo contro Recchiuti, batte l’estremo teramano con il destro siglando la sua tripletta personale. I giallorossi conquistano così il secondo successo interno consecutivo e raggiungono proprio il Montorio in classifica portandosi a quattro lunghezze dal Cupello; i ragazzi di mister Cipolletti invece incassano la seconda sconfitta esterna consecutiva e perdono l’occasione per accorciare sul Cupello.

Quarto successo consecutivo per lo Spoltore che supera al “Caprarese” il Sambuceto per 2-1. Partono meglio gli azulgrana che al 24’ passano in vantaggio con Grassi che appoggia in rete dopo una grande azione partita dai piedi di Di Camillo; i padroni di casa vaano vicini al raddoppio al 41’ ma il tocco di Sanchez sbatte sul palo e termina sul fondo. Nella ripresa ripartono forte i viola che al 14’ pareggiano con un gran colpo di testa di Maraschio che si infila alle spalle di Gentileschi. I ragazzi di mister Ronci però non ci stanno e al 32’ tornano in vantaggio con Sanchez che supera Testa con un gran sinistro in diagonale dall’interno dell’area siglando il suo dodicesimo centro stagionale. Gli azulgrana conquistano così l’ottavo successo interno stagionale e si portano a cinque punti dal Paterno quinto in classifica; i ragazzi di mister Tatomir invece subiscono il secondo stop consecutivo e scivolano al decimo posto in classifica.

Terzo pareggio interno consecutivo per la RC Angolana che non va oltre l’1-1 con la Torrese. Grande partenza dei ragazzi di mister Narcisi che passano in vantaggio al 25’ con Puglia che supera Agresta con il destro dopo una bella azione veloce; poco prima dell’intervallo ancora Puglia potrebbe raddoppiare ma il suo pallonetto termina di poco alto. I pescaresi trovano il pari al 9’ della ripresa quando Buffetti supera Bruno con una gran girata al volo sugli sviluppi di un calcio d’angolo; nel finale di gara ci prova Carosone a riportare in vantaggio i suoi ma la sua conclusione termina alta. Per i ragazzi di mister Rachini si tratta del quinto pareggio nelle ultime sei partite e la zona play off ora è lontana sei lunghezze; ottavo pareggio stagionale invece per i teramani che scivolano al settimo posto superati in classifica dall’Alba Adriatica.

Termina senza reti a Penne dove i biancorossi non riescono a tornare al successo interno contro il Cupello. Vanno vicini alla rete i padroni di casa al 7’ quando il sinistro di Cacciatore dal limite termina di poco a lato; alla mezz’ora ci provano i ragazzi di mister Carlucci con Berardi ma sulla sua conclusione ravvicinata è bravo D’Amico a deviare in angolo. Al 21’ della ripresa Capitoli si divora il gol del vantaggio rossoblu mandando alto il suo colpo di testa da ottima posizione. Nel finale di gara ci provano i ragazzi di mister Pavone ma non riescono a trovare la via della rete e così ottengono un punto che li tiene lontani sette punti dalla zona play out; buon punto invece per i rossoblu che ottengono anche il terzo risultato utile consecutivo.

A.Z.