ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA VENTIQUATTRESIMA GIORNATA

Nell'unica vittoria esterna, il Chieti supera l'Amiternina e aumenta il vantaggio sulle inseguitrici

PendenzaAlessandroTerzo successo consecutivo per il Chieti che supera a Scoppito l’Amiternina e tenta la vera prima fuga del campionato portando a otto i punti di vantaggio sulle seconde. Pronti via e sono i padroni di casa di mister Angelone a sbloccare il match con Angelone (figlio del tecnico giallorosso), che supera Alonzi e porta in vantaggio i suoi. I teatini reagiscono e trovano il pari al 38’ grazie al solito Miccichè che realizza la sua quattordicesima rete stagionale. Passano solamente quattro minuti e i ragazzi di mister Lucarelli ribaltano il match con una grande azione solitaria di El Hayadi conclusa al meglio. Nella ripresa i giallorossi ci provano ma non riescono a trovare il gol e nel finale prima viene espulso Morales per gli ospiti e poi Romano per gli aquilani.

La Torrese continua la sua marcia inarrestabile in casa e fa suo il big match di giornata superando con un netto 4-1 il Sambuceto. Dopo un buon inizio dei padroni di casa, sono i viola a passare in vantaggio al 29’ con un colpo di testa di Lalli sugli sviluppi di un calcio piazzato di Nardone. La gioia ospite è breve perché Chiacchiarelli direttamente da calcio d’angolo ristabilisce la parità al 31’. I ragazzi di mister Cristofari continuano a spingere ed al 38’ vanno vicini al vantaggio ma la conclusione di Chiacchiarelli si ferma sul palo. Nel finale di prima frazione la Torrese ribalta il match quando Pietropaolo dall’interno dell’area supera De Deo con il sinistro. I ragazzi di mister Del Zotti non reagiscono ed al 58’ Chiacchiarelli con il sinistro realizza il momentaneo 3-1. Passano sette minuti e i teramani chiudono il match con il solito Chiacchiarelli che supera l’estremo ospite e appoggia in rete per la sua tripletta personale. Al 64’ i padroni di casa rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Kruger ma riescono comunque a centrare il dodicesimo successo stagionale e ad agganciare il Sambuceto al secondo posto in classifica.

Buona la prima per il neo tecnico Bernardi con i Nerostellati che superano di misura lo Spoltore tra le mura amiche e trovano tre punti pesanti in chiave salvezza. Dopo una ripresa equilibrata ci pensa Pendenza (nella foto) a sbloccare il match al 68’ quando con un destro dalla distanza trafigge D’Ettorre. Nel finale vanno vicini al pari gli uomini di mister Ronci con una conclusione ravvicinata di D’Intino sulla quale Hamo si fa trovare pronto consolidando così il definitivo 1-0 peligno.

Torna al successo il Penne che batte a domicilio il Capistrello di mister Iodice per 2-0 e si porta a soli due punti dal quinto posto. Partenza devastante per i vestini che vanno in vantaggio al 10’ grazie ad un calcio piazzato di Cacciatore che si infila alle spalle di Di Girolamo. Passano solamente due minuti e gli undici di mister Pavone raddoppiano con una diagonale di Casimirri sugli sviluppi di un corner. Nella ripresa i marsicani non reagiscono e sfiorano più volte il tris i padroni di casa che portano a casa così tre punti pesanti in chiave play off.

Ottavo successo stagionale per la RC Angolana che supera al “Petruzzi” il Pontevomano per 1-0 e si allontana dalla zona calda della classifica. Nella ripresa il gol vittoria di Ndiaye che dagli undici metri spiazza Di Martino e porta in vantaggio i nerazzurri. Nel finale il solito Ndiaye si divora due occasioni per raddoppiare ma i pescaresi riescono comunque a portare a casa tre punti d’oro con cui portano a sei le lunghezze di vantaggio sulla zona play out.

Torna al successo il Miglianico che al “F.lli Ciavatta” batte il Martinsicuro di mister Di Fabio con un netto 4-0. La gara si sblocca al 27’ quando Di Muzio con un colpo di testa porta in vantaggio i teatini. Il raddoppio locale arriva nel finale di primo tempo quando Gabriele Di Moia sigla il suo primo centro stagionale. Nella ripresa gli uomini di mister Tacchi chiudono il match con la rete di Polisena al 52’ ed alla doppietta personale di Di Muzio. Nel finale i teramani hanno la chance per andare in rete ma Rosano para il tiro dal dischetto di Palladini e tiene il risultato fermo sul definitivo 4-0.

Termina in parità con un gol per parte a Paterno tra gli uomini di mister Torti e l’Acqua e Sapone. Buon approccio di gara dei padroni di casa che a metà primo tempo vanno vicini al vantaggio quando il colpo di testa di Mastrojanni si stampa sulla traversa. Il match si sblocca al 43’ quando Trento con un gran sinistro trafigge Ranalletta e porta in vantaggio gli uomini di mister Del Gallo. Nella ripresa i marsicani spingono ed all’83’ trovano il pari grazie alla deviazione aerea di Mastrojanni che sigla così il suo secondo centro in maglia nerazzurra.

Secondo successo consecutivo per il Cupello che rifila davanti al proprio pubblico un secco 3-0 al Nereto di mister De Feudis. Tutte nella ripresa le reti con i padroni di casa che passano in vantaggio al 48’ grazie ad una deviazione aerea di Antenucci sugli sviluppi di un corner. La rete del raddoppio arriva al 67’ quando Perrella dagli undici metri realizza il suo primo centro in rossoblu. Al 76’ gli undici di mister Carlucci chiudono il match grazie al tocco di Ninte su un servizio dalla destra di De Cinque.

Al “L. Vallese” l’Alba Adriatica non va oltre il pari interno per 1-1 contro Il Delfino Flacco Porto di mister Bonati. Sono i biancazzurri a rompere gli equilibri quando D’Alessandro con un colpo di testa supera l’estremo locale sugli sviluppi di un corner battuto da Ligocki. I teramani reagiscono e nel finale di tempo sfiorano il pari con un colpo di testa di Njambe che si spegne di un nulla a lato. Il pari dei ragazzi di mister Izzotti arriva al 51’ quando il solito Miani trafigge Falso per il suo tredicesimo centro stagionale. Dopo la rete del pari i padroni di casa rimangono in dieci uomini per l’espulsione di Picone ma sono comunque loro ad avere in mano la partita ed a cercare più volte la via del gol nel finale.

A.Z.