ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA VENTESIMA GIORNATA

Continua la corsa del Chieti, adesso è L’Alba Adriatica che si affaccia al secondo posto in attesa del recupero del Sambuceto

ligocki-jacek-rUn grandissimo Chieti inizia al meglio il nuovo anno superando in trasferta il Capistrello con un roboante 7-1 e tenendosi così stretto la vetta del campionato. Match senza storia con gli uomini del tecnico Lucarelli che archiviano la pratica nei primi dieci minuti di gioco con le reti di Marfisi, Farindolini (primo centro stagionale), Ricci e Delgado. I marsicani non reagiscono e i neroverdi chiudono la prima frazione di gioco con ben sette gol di vantaggio grazie ai centri di Delgado, Di Ciccio e Marfisi. Il gol della bandiera dei ragazzi di mister Iodice arriva nel finale della ripresa con Pollino che sigla così la sua quarta marcatura stagionale, inutile ad evitare il secondo stop consecutivo dei granata.

Nono successo stagionale per l’Alba Adriatica che fa suo lo scontro play off  con la Torrese rifilando ben cinque reti agli uomini di mister Narcisi che incassano così l’ennesimo ko esterno del campionato. Partenza sprint per i padroni di casa che sbloccano la contesa al 13’ con il bomber Miani; passano solamente due minuti ed i rossoverdi raddoppiano con il secondo centro stagionale di Emili. Gli albensi continuano a spingere e chiudono la prima frazione di gioco in vantaggio di tre reti grazie alla doppietta personale di Miani al 34’. Nella ripresa le reti di Njambe al 58’ e quella di Pantoni al 77’ chiudono definitivamente il match e regalano agli uomini di mister Izzotti il terzo posto in classifica in compagnia del Capistrello.

Fondamentale successo interno per il Cupello che supera di misura il Paterno di mister Torti e si porta al di fuori della zona play out. Dopo una prima fase di gioco bloccata, si rompono gli equilibri al 36’ quando Antenucci raccoglie la sfera in area e la manda alle spalle dell’incolpevole Di Girolamo per il vantaggio rossoblu. La ripresa si apre con una clamorosa palla gol per i ragazzi di mister Carlucci che Felice spreca svirgolando la sfera sugli sviluppi di un calcio di punizione laterale. I nerazzurri reagiscono ed al 60’ vanno vicini al pari con un colpo di testa di Di Virgilio sugli sviluppi di un corner che si stampa sul palo. Nel finale Tascione salva il risultato e regala tre punti importanti in chiave salvezza ai rossoblu.

Dopo tre giornate, torna alla via del successo Il Delfino Flacco Porto che batte in trasferta il Miglianico e porta a sei punti il vantaggio sulla zona play out. Dopo una prima frazione di gioco equilibrata, il match si sblocca al 69’ quando Ligocki (nella foto) dagli undici metri spiazza Ferrara per il vantaggio biancazzurro e la sua ottava marcatura stagionale. Immediata la reazione degli uomini di mister Tacchi che vanno vicini al pari con una rovesciata da Di Muzio deviata da Falso con Polisena che, sulla respinta, centra la traversa con il suo tentativo. Nel finale ci prova anche il neo entrato Orta ma il suo colpo di testa si spegne di poco a alto e la truppa di mister Bonati festeggia così un importante successo in chiave salvezza.

Continua il gran momento della RC Angolana che supera di misura il Nereto di mister De Feudis e conquista tre punti d’oro in chiave salvezza. Ottimo l’approccio dei nerazzurri che al 39’ si divorano il gol con Ndiaye che da ottima posizione non centra lo specchio della porta. Il vantaggio locale arriva dopo sessanta secondi quando Ndiaye appoggia per Bizzarri in area che con il destro supera Di Giuseppe per il suo terzo centro stagionale. Ad inizio ripresa subito ghiotta palla gol per i ragazzi di mister D’Eugenio con Ndiaye che però si fa ipnotizzare da Di Giuseppe dagli undici metri. Nel finale i padroni di casa hanno diverse occasioni per raddoppiare ma l’estremo teramano mantiene il risultato sul definitivo 1-0.

A.Z.