ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA SETTIMA GIORNATA INFRASETTIMANALE

La Torrese rallenta la corsa del Sambuceto mentre Capistrello e Nereto accorciano sulla capolista. L'unico colpo esterno è quello del Miglianico a Martinsicuro

Criscolo-RSi ferma a sei il numero di vittorie consecutive del Sambuceto che impatta alla “Cittadella Dello Sport” sulla Torrese e non va oltre l’1-1. Partenza subito forte per gli uomini di mister Del Zotti che al 10’ passano a condurre con il solito Criscolo (nella foto) che tiene di forza su Stacchiotti e in spaccata anticipa Castrone mettendo in rete la palla del vantaggio viola. Al 22’ ancora l’attaccante viola ha la palla del raddoppio ma la sua conclusione è deviata sulla linea dal capitano giallorosso a portiere battuto. I teramani rispondono nel finale di tempo con un gran destro dalla distanza di Pietropaolo su cui De Deo è costretto agli straordinari per deviare in angolo. L’inizio ripresa è tutto di marca giallorossa con gli uomini di mister Narcisi che prima sfiorano il pari con una conclusione di Puglia che sfiora la traversa e poi, al 60’, trovano la parità con Torbidone che raccoglie un cross dalla sinistra di D’Orazio e supera l’estremo viola con un bel colpo di tacco. I padroni di casa non ci stanno e dopo il gol subito si riversano con insistenza dalle parti di Castrone; è capitan Beniamino che all’86’ supera un avversario in area e calcia in porta a botta sicura ma il neo entrato giallorosso Nardone salva sulla linea. Nei minuti di recupero ci prova Camperchioli con il destro dall’interno dell’area ma è attento l’estremo teramano che fissa il risultato sul definitivo 1-1.

Il Capistrello non si ferma più e continua a vincere superando di misura tra le mura amiche il Penne ed accorciando sulla capolista Sambuceto. Sono gli uomini di mister Iodice ad avere la prima occasione pericolosa del match quando Di Francestantonio al 7’ colpisce la traversa con una conclusione dall’interno dell’area. I granata spingono e sul finale di tempo trovano il gol del vantaggio con Pollino che trafigge D’Amico siglando la sua seconda marcatura stagionale. Dopo tre minuti dall’inizio della ripresa, i padroni di casa sfiorano il raddoppio con un colpo di testa del solito Pollino ben deviato dall’estremo biancorosso. Due minuti più tardi è ancora D’Amico a salvare gli ospiti con un bell’intervento su una conclusione ravvicinata di Aquino. I ragazzi del tecnico Pavone si rendono pericolosi al 70’ con Zamora che calcia da ottima posizione ma trova un attento Gentileschi. Prosegue così il momento magico dei marsicani che conquistano il quinto successo consecutivo; per i vestini invece si tratta del secondo ko consecutivo in trasferta.

Nel posticipo serale dell’Angelini, il nuovo Chieti del tecnico Lucarelli risponde presente e batte il colpo con un secco 3-0 sull’Amiternina. Sono i neroverdi a fare la partita come da previsione ma la prima vera occasione pericolosa è nei piedi degli ospiti con un diagonale di Mazzaferro che termina di poco a lato al 9’. I ragazzi di mister Lucarelli rispondono con veemenza al 20’ e passano in vantaggio con Miccichè che anticipa un difensore aquilano e mette in rete un servizio dalla destra di Delgado. I giallorossi non si abbattono e al 32’ vanno vicinissimi al pari con un gran destro a giro di Paris dal limite che termina di poco alto. Dieci minuti più tardi i neroverdi raddoppiano con un eurogol dalla distanza di Tato che supera Ludovisi con un gran sinistro al volo che si infila sotto la traversa. Al quarto d’ora della ripresa Farindolini va vicino alla terza rete ma il suo colpo di testa termina di poco a lato della porta difesa dal neo entrato Rossetti. Il gol che chiude la gara arriva al 21’ quando in un’azione di contropiede Miccichè raccoglie il pallone in area e supera con il destro l’estremo aquilano per la rete del 3-0. Nei minuti restanti i padroni di casa gestiscono il vantaggio e tornano al successo dopo due sconfitte consecutive accorciando anche sulla capolista Sambuceto; per i ragazzi di mister Angelone invece si tratta del terzo stop stagionale.

Terzo successo interno consecutivo per lo Spoltore che supera 3-2 i Nerostellati al “Caprarese” e sale al quarto posto in classifica agganciando la Torrese. Dopo tre minuti dal calcio d’inizio ci provano subito gli ospiti con Pendenza che calcia con il destro dall’interno e trova un attento D’Ettorre a deviare la sua conclusione. Sono gli azulgrana a fare la partita e al 13’ sfiorano la rete con Cabanyes che raccoglie un servizio di D’Intino e calcia centrando il palo. La gioia per lo spagnolo è soltanto rimandata perché al 22’ l’attaccante locale trafigge Di Censo con un gran colpo di testa dall’interno dell’area su servizio di Grassi dalla sinistra. Al decimo della ripresa gli uomini del tecnico Ronci hanno una enorme occasione per raddoppiare ma Bordoni solo all’interno dell’area calcia clamorosamente alto. Un minuto dopo arriva il pari peligno con Ndiaye che raccoglie un pallone nella trequarti offensiva e fa partire un gran sinistro che non lascia scampo a D’Ettorre. I padroni di casa non ci stanno e al 27’ si riportano nuovamente in vantaggio con il solito Cabanyes che con un gran sinistro dalla distanza supera Di Censo siglando la sua doppietta personale e il suo quarto gol stagionale. Nove minuti più tardi arriva la terza rete azulgrana con Di Pentima che raccoglie un gran servizio del neo entrato Sborgia e con il sinistro batte l’estremo peligno. La gara sembra chiusa ma al 44’ viene riaperta dagli uomini di mister Saccoccia con il neo entrato Moscone che deve solo appoggiare in rete un passaggio dalla sinistra di Pendenza. Nei minuti di recupero gli ospiti non riescono più a rendersi pericolosi e subiscono così la quinta sconfitta stagionale mentre per i pescaresi si tratta del terzo risultato utile consecutivo.

Torna subito al successo il Nereto che supera nel finale il Cupello davanti ai propri tifosi centrando la quarta vittoria stagionale. Nella prima frazione di gioco sono poche le occasioni da segnalare con gli ospiti che vanno vicini al gol con un colpo di testa di Ninte sugli sviluppi di un calcio piazzato che termina alto. Nella ripresa i teramani alzano i ritmi e al quarto d’ora sfiorano il vantaggio con una conclusione del neo entrato Antonacci che si stampa sulla traversa. Al 34’ ancora pericolosi i padroni di casa con un colpo di testa di Chiacchiarelli che termina di poco a lato. Cinque minuti più tardi i rossoblu rimangono in dieci uomini per la doppia ammonizione di Tarquini; i ragazzi del tecnico Carlucci non riescono ad approfittare della superiorità numerica e nel finale subiscono la doccia gelata quando Chiacchiarelli con un gran destro dalla distanza trafigge il neo entrato Micale e regala ai teramani la vittoria.

Grande vittoria del Miglianico sul campo del Martinsicuro per 2-1 che centra così il secondo successo esterno consecutivo. In un primo tempo privo di emozioni c’è da segnalare solamente un’offensiva degli uomini di mister Pesce con Morelli ma la sua conclusione termina di poco a lato. Nella ripresa è tutta un’altra partita e al quarto d’ora i gialloblu la sbloccano con Cinquino che, sugli sviluppi di un corner, sfrutta un’uscita a vuoto di Cannella e mette in rete di testa la palla del vantaggio ospite. I ragazzi di mister Di Fabio non ci stanno e cinque minuti più tardi pareggiano i conti con Di Giorgio che supera Ferrara in uscita con un tocco di destro. Il gol vittoria arriva al 38’ quando Orta raccoglie la sfera in area dopo un’azione confusa e mette in rete con il sinistro per il definitivo 2-1.

Pirotecnico 3-3 quello di Pontevomano dove i gialloneri acciuffano nel finale il pari contro la RC Angolana. In un inizio di gara scoppiettante, sono i padroni di casa a passare in vantaggio con Marcozzi al decimo; il vantaggio teramano dura però solamente due minuti perché nel capovolgimento di fronte i nerazzurri trovano il pari con Cipressi che sigla così la sua seconda rete consecutiva dopo quella di domenica scorsa. I ragazzi di mister D’Eugenio motivati dal pareggio nel giro di sei minuti rifilano due gol ai padroni di casa; fa tutto Pompei che al 19’ porta in vantaggio i suoi e al 25’ realizza la sua doppietta personale portando il risultato sul momentaneo 3-1. Nella ripresa gli uomini di mister Capitanio cercano di riaprire la gara e ci riescono all’ 83’ quando il neo entrato Pellone trafigge Abate; nel finale i teramani ci credono ed arrivano al pari con un altro neo entrato Di Ludovico che fissa il risultato sul 3-3 e regala così un buon pari ai suoi.

Grande successo interno dell’Acqua e Saponeche sconfigge 3-2 il Paterno e torna al successo dopo due sconfitte consecutive. Il match si sblocca al 26’ quando capitan Di Biase si presenta sul dischetto e supera Ranalletta per il vantaggio pescarese. La gioia locale però è brevissima perché due minuti arriva il pari nerazzurro con Stornelli che deve solamente appoggiare in rete una respinta dell’estremo Palena. Ad inizio ripresa subito l’episodio che può cambiare la gara con l’arbitro che assegna un calcio di rigore agli ospiti ed espelle il difensore verdeoro Ricci; dal dischetto si presenta Di Fabio che spiazza Palena e porta in vantaggio il Paterno. Superiorità numerica che dura pochissimo perché poco dopo il difensore marsicano Di Stefano viene allontanato per doppia ammonizione. Gli uomini di mister Del Gallo acquistano fiducia e al 64’ trovano la via del pari ancora con il solito Di Biase che supera l’estremo nerazzurro dagli undici metri siglando il suo quinto centro stagionale. Gli ospiti accusano il colpo e i pescaresi ne approfittano con Petito che al 71’ trafigge Ranalletta con un colpo di testa portando il risultato sul definitivo 3-2.

Al “San Marco”, Il Delfino Flacco Porto e l’Alba Adriatica si dividono la posta in palio con i pescaresi che sono riusciti a trovare il pari solamente nel finale. Il match si sblocca al 34’ quando Sacchetti, sugli sviluppi di un corner, supera Falso con un colpo di testa mettendo a segno il suo cinquantesimo gol in carriera. Gli uomini di mister Izzotti spingono e nel finale di tempo trovano la rete del raddoppio con Njambe che, ben imbeccato da Miani, trafigge l’estremo biancazzurro con il destro. Nella ripresa i pescaresi scendono con un altro piglio e al 61 ’ accorciano le distanze con Curri che raccoglie un cross dalla destra e mette in rete con un colpo di testa. Il pareggio dei ragazzi di mister Bonati arriva all’89’ quando Ligocki si presenta sul dischetto e spiazza il portiere rossoverde e porta il risultato sul definitivo 2-2.

Alessandro Zuccarini