ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA SESTA GIORNATA

Il Sambuceto conosce solo vittorie, adesso sono sei i punti di vantaggio sulla seconda Capistrello. Primo successo dei Nerostellati di Saccoccia che superano il Chieti e lasciano l'ultimo posto

Camperchioli-Luca-RNell’anticipo di sabato torna al successo la Torrese che piega per 2-1 l’Acqua e Sapone tra le mura amiche con una doppietta di Torbidone. La prima offensiva è degli ospiti che vanno vicini alla rete con Ricci che da ottima posizione non riesce a centrare lo specchio della porta sugli sviluppi di un corner. Il match si sblocca al 19’ quando Puglia parte in contropiede dalla sua metà campo e serve Torbidone che, prima calcia addosso a Palena, ma poi la sfera torna sui suoi piedi e mette in rete per il vantaggio teramano. Gli uomini di mister Narcisi spingono e trovano il raddoppio sul finale di prima frazione quando ancora Torbidone mette in rete un tiro cross di Maio dalla destra e sigla la sua doppietta personale. Nella ripresa scendono con un altro piglio i ragazzi del tecnico Del Gallo e al 9’ riaprono la gara con Ricci che su azione d’angolo supera Castrone con un colpo di testa. Nel finale di gara i giallorossi soffrono ma portano comunque a casa tre punti pesanti e tornano alla vittoria che mancava da due giornate; per i pescaresi invece si tratta della seconda sconfitta consecutiva dopo quella interna della settimana scorsa con l’Alba Adriatica.

La capolista Sambuceto sa solamente vincere e supera in trasferta l’Alba Adriatica per 2-1 in rimonta. La prima occasione pericolosa è per i viola con una punizione di Beniamino che scheggia la traversa e termina alta. Sono i padroni di casa di mister Izzotti però a sbloccare la gara al 40’ con Fabrizi che sugli sviluppi di un corner batte De Deo con un colpo di testa. Nella ripresa è tutto un altro Sambuceto e gli ospiti pareggiano i conti all’8’ con Camperchioli (nella foto) che, ben servito da Castropaolo, supera Petrini. Gli uomini di mister Del Zotti spingono e dopo venti minuti vanno vicini al vantaggio con Nardone che dall’interno dell’area calcia addosso all’estremo teramano. Il gol vittoria arriva al 39’ con il solito Camperchioli che imbeccato da Beniamino supera Petrini con il destro dall’interno dell’area e realizza la sua doppietta personale. I viola conquistano così il sesto successo consecutivo e allungano a più quattro sulla seconda in classifica mentre i teramani cadono dopo due successi consecutivi.

Seconda sconfitta consecutiva del Chieti che cade sul campo dei Nerostellati per 3-1. Pronti via e i neroverdi hanno subito una grande occasione per passare in vantaggio ma Delgado indisturbato e da ottima posizione sciupa calciando a lato di sinistro. Il vantaggio neroverde arriva al 33’ con Miccichè che calcia con il destro dal limite dell’area e con l’aiuto di una deviazione supera Di Censo. Nella ripresa i peligni scendono con un altro piglio e al 50’ pareggiano i conti con Castro che con un calcio di punizione trafigge Alonzi sul suo palo. Gli uomini di mister Marino hanno una grande chance al 69’ per passare nuovamente in vantaggio ma Delgado sbaglia il calcio di rigore facendosi ipnotizzare dall’estremo locale. Il match si sblocca al 77’ quando Pendenza dal dischetto non sbaglia portando in vantaggio i suoi e completando la rimonta; passano solamente tre minuti e gli uomini del tecnico Saccoccia chiudono la gara ancora con Pendenza che anticipa Alonzi con il destro e realizza la sua doppietta personale. I peligni danno così una svolta al campionato portando a casa il primo successo stagionale dopo quattro sconfitte consecutive; momento negativo invece per i neroverdi che subiscono il terzo ko nelle ultime quattro partite con la società che dopo la partita odierna ha deciso di esonerare il tecnico Marino.

Quarto successo consecutivo per il Capistrello che supera con un netto 3-1 il Pontevomano davanti al proprio pubblico.Al 20’ aprono le marcature i padroni di casa con il bomber Aquino che dall’interno dell’area supera con il destro l’estremo teramano portando in vantaggio i suoi. Gli uomini di mister Capitanio non riescono a rendersi pericolosi e al 5’ della ripresa subiscono la rete del raddoppio granata con Guerra che mette in rete un bel servizio dalla sinistra di Pollino. Passano dieci minuti e gli uomini di mister Iodice chiudono la gara grazie ad uno sfortunato autogol della retroguardia giallonera. Il gol della bandiera per i teramani arriva nel finale con Pellone che si inventa una strana traiettoria e supera l’estremo marsicano.

Termina senza reti al “Fratelli Ciavatta” di Miglianico tra i gialloblu e lo Spoltore. In una gara bloccata e molto tattica, gli azulgrana sono i primi a rendersi pericolosi al 42’ con Cabanyes che sugli sviluppi di un corner non riesce a centrare lo specchio della porta; due minuti sono gli uomini di mister Pesce ad andare vicini alla rete con una conclusione di Di Donato che termina di poco a lato della porta difesa da D’Ettorre. Al 20’ della ripresa il neoentrato Bordoni sfiora la rete colpendo il palo direttamente da calcio d’angolo; dieci minuti più tardi è Di Pentima che con una conclusione dal limite insidia Ferrara. I teatini conquistano così il primo punto stagionale davanti ai propri tifosi mentre per gli uomini del tecnico Ronci si tratta del secondo risultato utile consecutivo.

Grande successo interno dell’Amiternina che centra la prima vittoria stagionale superando per 2-1 il Nereto nel finale. Partenza in discesa per i padroni di casa che passano in vantaggio dopo solamente due minuti con Felli che con il destro dall’interno dell’area porta in vantaggio gli aquilani. Il vantaggio giallorosso dura però solamente nove minuti perché all’11’ gli uomini del tecnico Di Serafino pareggiano i conti con un colpo di testa di Florimbj sugli sviluppi di un corner. La svolta della gara arriva al 74’ quando il neo entrato Kala viene allontanato dall’arbitro con un rosso diretto per un brutto intervento da dietro. Passano tredici minuti e gli uomini di mister Angelone hanno una grande chance per passare in vantaggio ma Paris sbaglia il tiro dagli undici metri. La gioia del gol è solo rimandata per l’attaccante aquilano che al 94’ trafigge Di Giuseppe dall’interno dell’area e realizza il suo centesimo gol in carriera che regala tre punti fondamentali alla sua squadra.

Termina con un gol per parte a Penne tra i biancorossi e il Paterno. Ottima la partenza dei marsicani che al 7’ passano in vantaggio con Tabacco che devia una punizione di Albertazzi e beffa D’Amico. Immediata la reazione degli uomini di mister Pavone che si rendono pericolosi con una bella punizione di Di Ruocco che l’estremo Di Girolamo devia bene. Nella ripresa il Penne spinge alla ricerca del pari ma i nerazzurri concedono pochissimo e provano a chiuderla con una conclusione di Mercogliano che dopo una deviazione termina di poco a lato. Il gol del pari arriva nei minuti di recupero quando il solito Zamora mette in rete un cross dalla destra di D’Addazio con un colpo di testa e realizza il suo sesto centro stagionale.

Dopo due sconfitte consecutive, torna al successo la RC Angolana e lo fa al “Petruzzi” superando con un secco 3-0 il Martinsicuro del tecnico Di Fabio. Alla prima occasione i padroni di casa sfiorano il vantaggio con un colpo di testa di Di Eleuterio che colpisce la parte alta della traversa e termina sul fondo. I nerazzurri spingono e al 43’ sbloccano la gara con Ruggieri che salta un avversario e con l’aiuto di una deviazione sigla la rete del vantaggio pescarese. Passano cinque minuti della ripresa e gli uomini di mister D’Eugenio raddoppiano con Di Eleuterio che con una bella conclusione di sinistro trafigge Recchiuti. I padroni di casa concretizzano tutte le occasioni e al 71’ arriva la rete che chiude il match con un gran destro su punizione di Cipressi.

Terzo pareggio di giornata quello di Cupello dove i rossoblu si fanno raggiungere da Il Delfino Flacco Porto e devono rimandare l’appuntamento con il primo successo interno stagionale. La rete che rompe gli equilibri arriva al 34’ quando Felice supera Falso con una deviazione sugli sviluppi di un corner. Passano quattro minuti della ripresa e gli uomini di mister Bonati raggiungono il pari con Saltarin, abile a mettere in rete un cross dalla destra di Iommetti deviato dal difensore rossoblu Turco. Al 63’ la truppa del tecnico Carlucci sfiora il vantaggio quando Comparelli, per anticipare il ben appostato Zinni, rischia di mandare la sfera nella propria porta. Nel finale i padroni di casa restano in dieci uomini per la doppia ammonizione di Turco ma riescono comunque a portare a casa il terzo risultato utile consecutivo tra le mura amiche.

Alessandro Zuccarini