ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA SEDICESIMA GIORNATA

Il Chieti cade in casa contro il Penne ed è raggiunto dal Capistrello che passa in casa dell'Acqua e Sapone e dal Sambuceto che pareggia in casa con il Pontevomano

Bianchini-Fabio-RLa sorpresa di giornata è quella dell’Angelini dove il Chieti cade 2-0 contro il Penne e viene raggiunto in cima alla classifica da Capistrello e Sambuceto. Buona la partenza degli ospiti che al quarto d’ora si rendono pericolosi con un diagonale di Rosini che si spegne di poco a lato. I ragazzi del tecnico Lucarelli rispondono al 32’ quando Rodia, dall’interno dell’area, non riesce a centrare con il destro lo specchio della porta. Nella ripresa partono meglio i neroverdi alla ricerca del vantaggio ed al 18’ Delgado ha una grande occasione ma sciupa da ottima posizione calciando a lato. I ragazzi di mister Pavone non rinunciano ad offendere ed al 29’ sbloccano il match con Bianchini (nella foto) che sfrutta un’indecisione di Alonzi e mette in rete di testa la palla del vantaggio biancorosso. Nel finale i padroni di casa si fiondano all’attacco alla ricerca del pari ma al 50’ i vestini chiudono i giochi quando l’estremo neroverde liscia clamorosamente la sfera e Rachini deve solo spingere in rete per il definitivo 2-0 che regala ai suoi tre punti pesantissimi.

La Torrese tra le mura amiche sa solo vincere e con un rocambolesco 5-4 supera il Miglianico per il suo ottavo successo interno consecutivo. Ottima la partenza degli uomini del tecnico Pesce che al 20’ si portano in vantaggio con un gran destro al volo di Morelli. Il vantaggio ospite dura però solamente quattro minuti perchè al 24’Torbidone pareggia i conti con una pennellata su calcio piazzato. La gara si sblocca nuovamente al 7’ della ripresa quando Maio con un sinistro chirurgico trafigge Ferrara. I padroni di casa spingono e al 71’ trovano il tris con Puglia che è il più lesto a raccogliere la palla in area e metterla in rete. La gara sembra chiusa ma i gialloblu non si arrendono e la riaprono con una doppietta in quattro minuti siglata da Polisena. A due minuti dal novantesimo colpisce ancora Maio con un preciso sinistro. I teatini ci credono ancora e al 90’ acciuffano il pari con un autogol di Maio sugli sviluppi di un corner. I giallorossi non ci stanno e nei minuti di recupero siglano il gol vittoria quando Maio dagli undici metri sigla la sua tripletta personale e regala ai suoi tre punti d’oro che li porta ad un punto dalle tre capoliste.

Altro risultato rocambolesco quello della “Cittadella Dello Sport” dove il Sambuceto non va oltre il pari interno per 3-3 con il Pontevomano. Dopo una prima frazione di gioco bloccata e molto tattica, si passa al 9’ della ripresa quando i ragazzi del tecnico Capitanio passano in vantaggio con Davide Di Sante che mette in rete con il sinistro. I viola non ci stanno e trovano la via del pari con una conclusione di Castropaolo che, dopo una deviazione, termina in rete. Il match si sblocca nuovamente all’81’ quando Lalli dal dischetto non sbaglia e porta in vantaggio i viola. Passano solamente quattro minuti e i ragazzi di mister Del Zotti trovano il tris in contropiede con Selvallegra. Il match sembra concluso ma nei minuti di recupero i teramani riescono ad acciuffare il pari con una doppietta del neo entrato Manuel Di Sante che, prima con una gran punizione e poi con un tocco dall’interno dell’area, regala ai suoi un punto d’oro in chiave salvezza.

Lo scontro salvezza di Cupello va ai rossoblu che superano 2-1 l’Amiternina centrando il secondo successo interno stagionale. Pronti via e gli uomini del tecnico Angelone sbloccano la gara con un colpo di testa De Michele sugli sviluppi di una punizione calciata da Tuzi dalla destra che si infila alle spalle di Micale. La risposta dei padroni di casa è immediata e al 13’ pareggiano i conti con Felice che risolve una mischia sugli sviluppi di un corner infilando la sfera nella porta difesa da Micale. I ragazzi del tecnico Carlucci spingono e al 37’ ribaltano il match quando Basso approfitta di un errore in uscita della retroguardia giallorossa e serve De Cinque che, dal limite dell’area, realizza il suo secondo centro in campionato. Nella ripresa ancora pericolosi i rossoblu che al 65’sfiorano il tris con una conclusione a giro di Zinni che si stampa sul palo. Nel finale gli aquilani spingono alla ricerca del pari ma non riescono ad evitare l’ottava sconfitta stagionale restando al penultimo posto in classifica.

Torna al successo Il Delfino Flacco Porto che supera di misura al “San Marco” il Martinsicuro del tecnico Di Fabio. Dopo una prima frazione di gioco povera di emozioni, la gara si sblocca al 6’ della ripresa quando Tine Mori se ne va sulla destra e mette al centro per Saltarin che, con una gran torsione aerea, batte Cannella per il vantaggio degli uomini di mister Bonati. I teramani non si arrendono e nel finale si riversano dalle parti di Falso con un colpo di testa da posizione ravvicinata del neo entrato Lazzarini che si spegne a lato. I padroni di casa centrano così il quinto successo stagionale e portano a quattro i punti di vantaggio sulla zona play out.

Terzo pareggio per 1-1 consecutivo dello Spoltore che impatta sul campo del Nereto e spreca una chance per prendersi la vetta solitaria della classifica. Partono forte gli uomini del tecnico Ronci che al 7’ si portano in vantaggio con una bella girata di Grassi su una sponda di Di Camillo. Ancora pericolosi gli azulgrana al 24’ con il solito Grassi che fa partire una gran conclusione dalla distanza che si stampa sulla traversa. I teramani si scuotono ed al 37’ trovano il pari con Antonacci che è il più lesto a mettere in rete la sfera dall’interno dell’area dopo una mischia. Nella ripresa partono meglio gli uomini di mister De Feudis che al 58’ sfiorano il vantaggio con una gran pennellata di Chiacchiarelli su punizione che si ferma sul palo. Sull’altro fronte pericolosi gli ospiti con una bella conclusione di Bordoni al 73’che trova un attento Di Giuseppe sulla sua strada che sigilla così il definitivo 1-1.

Torna al successo il Capistrello che supera 2-0 l’Acqua e Sapone in trasferta e aggancia Chieti e Sambuceto in vetta alla classifica. Partono bene gli uomini del tecnico Del Gallo che si divorano il gol del vantaggio con Ariani che da ottima posizione non riesce a trafiggere l’estremo granata. I marsicani rispondono poco dopo con un diagonale di Pollino che si spegne di poco a lato. Il match si sblocca al 77’ quando gli uomini di mister Iodice se ne vanno in contropiede e Aquino è il più lesto a mettere in rete la sfera dopo la respinta sulla traversa di una conclusione di Pollino. I verdeoro non ci stanno e spingono alla ricerca del pari ma all’86’ subiscono la rete del raddoppio ospite con una conclusione di Pollino che si infila in rete dopo una deviazione del difensore pescarese Erasmi.

Secondo pareggio consecutivo per il Paterno che non va oltre lo 0-0 interno con la RC Angolana di mister D’Eugenio. Dopo un primo tempo privo di occasioni pericolose, l’episodio che può cambiare gli equilibri del match arriva al 3’ della ripresa quando gli ospiti rimangono in dieci uomini per il rosso diretto rifilato a D’Alonzo. Gli uomini del tecnico Torti si lanciano così all’attacco e si rendono pericolosi con una conclusione di Sassarini al 36’ che non impensierisce l’estremo pescarese. Nel finale sfiorano il gol vittoria i padroni di casa con una gran conclusione dalla lunga distanza di Di Fabio che Abate devia in angolo con un bell’intervento salvando il risultato.

Al “L. Vallese” di Alba Adriatica si dividono la posta in palio con un gol per parte i teramani e i Nerostellati di mister Saccoccia. Pronti via e i peligni si portano in vantaggio con con una precisa conclusione di Puglielli dall’interno dell’area. I padroni di casa reagiscono e prima colpiscono una traversa con Njambe poi Hamo si supera su una gran conclusione dal limite di Emili. La ripresa comincia al meglio per gli uomini del tecnico Izzotti che al 54’ pareggiano i conti con un gran sinistro di Foglia su un servizio dalla destra di Capocasa. Gli albensi spingono ed hanno un’occasione d’oro per passare in vantaggio ma Miani si fa ipnotizzare dagli undici metri da Hamo che para il suo tiro dal dischetto. Nel finale la palla della vittoria capita agli ospiti sui piedi di Tarantino che da ottima posizione sciupa calciando a lato.

Alessandro Zuccarini