ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA DICIASSETTESIMA GIORNATA

Il Chieti passa a Spoltore e il Sambuceto a Capistrello. Cadono Torrese e Nereto

Marfisi-Augusto-RNell’ultima giornata di andata del campionato di Eccellenza, torna al successo il Chieti che vince di misura sul campo dello Spoltore e si prende lo scettro di campione d’inverno. Gara bella e vivace con gli uomini del tecnico Ronci che al 12’ sfiorano la rete con un colpo di testa di Ranieri su un calcio piazzato dalla sinistra di Bordoni che si infrange sul palo. Passano cinque minuti e il match si sblocca quando Marfisi (nella foto) dagli undici metri è freddo a battere D’Ettorre e a portare in vantaggio i neroverdi. Gli azulgrana accusano il colpo e gli ospiti hanno subito la chance per raddoppiare al 21’ con Rodia che da ottima posizione non calcia sprecando una clamorosa palla gol. La reazione pescarese arriva al 41’ quando Bordoni viene servito sulla destra e fa partire un diagonale che si spegne di poco a lato della porta difesa da Salvatore. Nel finale di tempo altra grande palla gol per il Chieti con D’Ettore che prima salva il risultato su Cellucci e subito dopo su un tentativo ravvicinato di Miccichè. Nella ripresa gli uomini di mister Lucarelli abbassano il baricentro ed i padroni di casa si divorano il pari al 63’ quando Cabanyes, solo all’interno dell’area, manda alto. L’ultima occasione per gli azulgrana è sulla testa di capitan Di Camillo, al 76’, ma la sua deviazione aerea termina di poco a lato e così i padroni di casa perdono l’imbattibilità interna scivolando a quattro punti dalla vetta.

Lalli-RIl Sambuceto fa suo l’altro scontro diretto di giornata superando con un netto 3-0 esterno il Capistrello di mister Iodice, mantenendo così il ritmo del Chieti. Meglio i viola nella prima frazione che al 26’ passano in vantaggio con un colpo di testa di Lalli (nella foto) su un cross dalla destra su cui non può nulla Gentileschi. Il raddoppio degli uomini del tecnico Del Zotti arriva al 56’ quando Lalli raccoglie la sfera in area e risolve mettendo in rete con il destro. La rete che chiude definitivamente i giochi arriva al 76’ quando Nardone serve con una gran palla il solito Lalli che con un destro preciso realizza la sua tripletta personale.

Quinta sconfitta esterna stagionale per la Torrese che non sfata il tabù trasferta e cade anche sul campo dei Nerostellati per 1-0. In una prima frazione di gioco equilibrata, ci provano i ragazzi di mister Narcisi con un buon tentativo dalla distanza di Torbidone ben disinnescato in angolo da Hamo. Ad inizio ripresa subito pericolosi i peligni con un tentativo dalla lunga distanza di Moscone che termina di poco alto. Il match si sblocca all’80’quando il neo entrato Iacobucci imbecca in profondità Moscone che con un bel tocco sotto supera Bruno per il vantaggio degli uomini di mister Saccoccia che centrano così il loro quarto successo stagionale.

Si interrompe a cinque la striscia di risultati utili del Paterno che esce sconfitto per 2-0 dal “F.lli Ciavatta” di Miglianico. Il primo squillo del match è degli undici di mister Torti che alla mezzora sfiorano il vantaggio con un gran destro di Mauti dalla destra che si infrange sul palo. I teatini partono meglio nella ripresa e vanno vicini alla rete con Morelli che da ottima posizione spreca calciando alto. Gli uomini del tecnico Tacchi passano al 64’ quando Di Muzio, dall’interno dell’area, trafigge Ranalletta con un destro piazzato. I marsicani accusano il colpo e dopo solamente sei minuti arriva la rete del raddoppio gialloblu con capitan Battista che dagli undici metri realizza il definitivo 2-0.

Dopo quattro pareggi consecutivi, torna al successo l’Alba Adriatica che supera di misura in trasferta l’Amiternina e si porta a due sole lunghezze dalla zona play off. In una prima frazione con poche emozioni, ci provano gli uomini del tecnico Izzotti al 21’ quando Njambe supera l’estremo Rossetti e calcia trovando sulla sua strada un provvidenziale Tuzi che salva. Il match si sblocca al 62’ quando Di Nicola mette al centro dalla destra per Miani che con un colpo di testa regala il vantaggio agli ospiti. Passano quattro minuti e i rossoverdi hanno subito la chance per raddoppiare ma Miani, a tu per tu con Rossetti, si fa ipnotizzare dall’estremo locale. Nel finale gli uomini di mister Angelone si riversano all’attacco alla ricerca del pari ma non riescono ad evitare il nono stop stagionale.

Terzo pareggio interno consecutivo per il Penne che non va oltre l’1-1 con il Cupello e perde una buona occasione per avvicinarsi ulteriormente alla zona play off. Buona la partenza degli uomini del tecnico Pavone che al 17’ sfiorano la rete con una gran rovesciata di Casimirri ben disinnescata dall’attento Micale. Nella ripresa meglio i ragazzi di mister Carlucci che al 59’si portano in vantaggio con una gran conclusione di D’Alessandro dalla distanza che si infila alle spalle di D’Amico. Immediata la risposta dei biancorossi che dopo appena cinque minuti pareggiano i conti sfruttando una disattenzione di Micale che raccoglie la sfera con le mani su un retropassaggio di un suo compagno e, sugli sviluppi del calcio di punizione a due in area, Cacciatore trafigge l’estremo rossoblu. Nel finale sono gli ospiti a provarci con un colpo di testa da buona posizione di Perrella che l’attento D’Amico devia in corner mantenendo il risultato sul definitivo 1-1.

Il Nereto soffre ma nel finale riesce ad espugnare  in rimonta il “Tommolini” di Martinsicuro centrando il sesto successo stagionale. Partono meglio i biancazzurri che si rendono pericolosi con una bella girata di Ciuti che si spegne di poco a lato. Il vantaggio dei ragazzi del tecnico Di Fabio arriva al 7’ della ripresa con un bel destro in diagonale di Ciafrè che termina alle spalle di Di Giuseppe. Gli ospiti si scuotono ed al 71’ trovano la via del pari con il solito Chiacchiarelli che dagli undici metri non sbaglia. I rossoblu di mister De Feudis spingono e nel finale trovano la rete del vantaggio con una conclusione di Leone dalla lunga distanza che con una strana traiettoria beffa Cannella e regala ai suoi il settimo posto in classifica.

Termina senza reti a Pontevomano tra gli uomini del tecnico Capitanio e Il Delfino Flacco Porto. Dopo una prima frazione di gioco bloccata, i pescaresi si affacciano dalle parti di Di Martino al 57’ quando il colpo di testa di Saltarin si spegne di poco a lato. Al 65’ sono i padroni di casa a sfiorare il vantaggio con una punizione di Manuel Di Sante che termina di poco lontana dall’incrocio dei pali. Lo stesso Di Sante tre minuti più tardi viene allontanato dal campo per doppia ammonizione ma i biancazzurri nel finale non riescono ad approfittare della superiorità numerica e devono accontentarsi del pari.

Si dividono la posta in palio al “Petruzzi” di Città Sant’Angelo la RC Angolana e l’Acqua e Sapone. Ottima la partenza dei padroni di casa del tecnico D’Eugenio che al 10’ vanno vicini al vantaggio con un pallonetto di Ruggieri che si stampa sul palo e torna in campo. Dopo sedici minuti i verdeoro passano con D’Agostino che deve solo appoggiare in rete un bel servizio di Petito dal limite d’area. Il pari nerazzurro arriva al 66’ quando Buffetti da due passi mette in rete dopo una respinta sulla traversa sugli sviluppi di un calcio piazzato. Nel finale gli ospiti hanno una buona chance per passare in vantaggio ma la conclusione di Evangelista dalla distanza termina di poco a lato della porta difesa da Abate.

A.Z.