ECCELLENZA – IL PUNTO DOPO LA DICIANNOVESIMA GIORNATA

Il Chieti vince al Pontevomano e tiene a distanza il Sambuceto che supera il Miglianico. L'Alba Adriatica aggancia il Capistrello al terzo posto. Tutte vittorie interne, l'unico 0-0 è tra Il Delfino Flacco Porto e R.C. Angolana

Lazzarini RiccardoTerzo successo consecutivo per la capolista Chieti che supera, davanti al proprio pubblico dell’Angelini, il Pontevomano per 3-1. Al primo affondo i ragazzi del tecnico Lucarelli sfiorano il vantaggio con una conclusione di Delgado che si stampa sul palo. Il match si sblocca al 24’ quando Marfisi dal fondo serve Miccichè che mette in rete la palla del vantaggio neroverde. I teramani reagiscono ed al 35’ pareggiano i conti con un’azione personale di Pellone che trafigge Alonzi. Ad inizio ripresa meglio gli undici di mister Capitanio che vanno vicini alla rete con una conclusione di Salvatore. Nel miglior momento ospite arriva il vantaggio dei neroverdi con il neo entrato Toro che mette in rete dopo una respinta dell’estremo Di Martino su un tentativo di Delgado. Nel recupero i padroni di casa trovano la terza rete con Rodia che dall’interno dell’area realizza il definitivo 3-1.

Decimo successo stagionale per il Sambuceto che supera con un 3-1 interno il Miglianico di mister Tacchi. Sono i gialloblu a sbloccare il match al 25’ con Mennillo che raccoglie la sfera e trafigge De Deo. Il pari locale arriva al 40’ con un gran sinistro a giro di Nardone che si infila alle spalle di Ferrara. Gli uomini di mister Del Zotti si riversano all’attacco nella ripresa e ribaltano il match al 70’ con il neo entrato Criscolo che mette in rete dopo una respinta dell’estremo ospite. La rete che chiude i giochi arriva nel finale con il solito Lalli che realizza il suo sedicesimo centro stagionale.

Si ferma a undici la serie di risultati utili del Penne che cade ad Alba Adriatica per 2-0. Buona la partenza degli undici di mister Izzotti che al 35’sfiorano la rete ma D’Amico salva su una deviazione di Capocasa sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il vantaggio teramano arriva un minuto più tardi quando Fabrizi su calcio d’angolo trafigge l’estremo biancorosso. Vivace ed emozionante la ripresa che vede i padroni di casa chiudere i giochi nel finale con una rete del solito Miani che approfitta di un errore di Casimirri e supera D’Amico.

Dopo quattro incontri, torna al successo il Paterno che supera con un netto 5-1 interno l’Amiternina e rimane a quattro lunghezze dalla zona play off. Pronti via e i nerazzurri passano all’8’ con una sfortunata deviazione di Di Alessandro su un traversone che beffa l’estremo Rossetti. Nel finale di tempo gli uomini di mister Torti hanno la chance per raddoppiare ma Mastrojanni dagli undici metri si fa ipnotizzare da Rossetti. Passano cinque minuti della ripresa ed i marsicani raddoppiano con un colpo di testa di Iaboni sugli sviluppi di un corner. Gli uomini di mister Angelone reagiscono ed al 62’ accorciano le distanze con un tiro cross di Tinari dalla sinistra che sorprende Di Girolamo. Passano sette minuti e i locali calano il tris con una deviazione aerea di Mercogliano. Il gol del 4-1 arriva al 73’ con Kone Mami che supera Rossetti sugli sviluppi di un corner e chiude i conti ancora Iaboni che alla mezzora fa il 5-1. Al 40′ i giallorossi ospiti restano anche in dieci per l’espulsione di Tuzi.

Torna al successo anche lo Spoltore che, al “Caprarese”, supera il Martinsicuro di mister Di Fabio con un roboante 7-0. Passano solamente tre minuti e gli azulgrana sbloccano il match con una gran conclusione di Bordoni che si insacca alle spalle di Cannella. Il raddoppio degli undici del tecnico Ronci arriva al 26’ quando capitan Di Camillo dagli undici metri realizza il suo terzo centro stagionale. I padroni di casa chiudono il match già nella prima frazione prima con gli spagnoli Titi Sanz e Cabanyes che, al 36’ ed al 38’, portano il risultato sul momentaneo 4-0. Nel finale di tempo arriva la quinta marcatura con Bordoni che realizza la sua doppietta personale. Passano otto minuti della ripresa e gli azulgrana trovano ancora la rete con Cabanyes che da due passi trafigge Cannella. La rete del definitivo 7-0 arriva con il neo entrato Sborgia che raccoglie una corta respinta della difesa e insacca.

Settimo successo stagionale per il Nereto che supera con un netto 3-0 interno il Capistrello di mister Iodice. Pronti via e i teramani passano in vantaggio al 5’ con una deviazione di Lazzarini (nella foto) su un calcio d’angolo battuto da Calderaro. Nel finale di tempo i padroni di casa hanno una buona occasione per raddoppiare ma Antonacci a tu per tu con Gentileschi calcia addosso all’estremo granata. Nella ripresa gli ospiti restano in dieci uomini per l’espulsione di Di Gioacchino e i ragazzi di mister De Feudis approfittano della superiorità numerica per raddoppiare con un destro dall’interno dell’area di Lazzarini. Nel finale i rossoblu realizzano il definitivo 3-0 con un autogol di Franchi dopo una respinta di Gentileschi.

Successo fondamentale dell’Acqua e Sapone che supera di misura tra le mura amiche i Nerostellati del tecnico Saccoccia. Subito pericolosi i pescaresi al 2’ con un diagonale di Petito ben deviato in angolo da Hamo. Nel finale di prima frazione ancora Hamo protagonista che salva una conclusione a giro di Potacqui dal limite. La contesa si sblocca ad inizio ripresa quando Ricci sbuca sul secondo palo e mette in rete una punizione dalla sinistra calciata da Trento per il vantaggio dei verdeoro di mister Del Gallo. Al 35’ ci provano gli ospiti con Pendenza ma Palena è attento e mette in cassaforte tre punti d’oro per i pescaresi.

Nono successo interno consecutivo per la Torrese che supera per 2-0 il Cupello del tecnico Carlucci. Dopo una prima frazione di gioco bloccata, la ripresa si apre con una grande occasione per gli ospiti quando Perrella dall’interno dell’area calcia trovando il palo sulla sua strada. L’episodio che cambia gli episodi del match arriva al 71’ quando viene espulso l’estremo rossoblu Micale. I teramani spingono alla ricerca del vantaggio che arriva nei minuti di recupero con una girata dall’interno di Maio che termina alle spalle del neo entrato Tascione. Nel finale Chiacchiarelli, al suo esordio con la nuova maglia, realizza il definitivo 2-0.

Termina senza reti al “San Marco” il derby pescarese tra Il Delfino Flacco Porto di mister Bonati e la RC Angolana. Buona la partenza dei nerazzurri che sfiorano il vantaggio con una gran conclusione dalla distanza di D’Alonzo che si stampa sulla traversa. Ripresa tutta di marca ospite con gli uomini del tecnico D’Eugenio che vanno più volte vicini alla rete, prima con una conclusione di Ndiaye dal limite deviata da Falso e poi con un tentativo di Natale su cui l’estremo biancazzurro si fa ancora trovare pronto.

A.Z.