ECCELLENZA – CHIETI, A NERETO PER LA SERIE D

Oggi, con una vittoria, la squadra neroverde sarebbe promossa in Serie D con due giornate di anticipo

Lucarelli-Alessandro-RCHIETI. Ci siamo!Oggi, con fischio d’inizio alle ore 15:00, al “Comunale” di Nereto, il Chieti F.C. di mister Alessandro Lucarelli (nella foto) si gioca il primo match point per la Serie D.

In casa teatina c’è voglia di staccare il pass promozione con due giornate di anticipo e coronare una stagione che ha visto i ragazzi del Presidente Filippo Di Giovanni stazionare in vetta alla classifica per gran parte del campionato; dopo la grande rincorsa iniziata sotto la gestione Lucarelli nel mese di ottobre dopo la sconfitta di Pratola Peligna con i Nerostellati e il conseguente allontanamento del tecnico Umberto Marino.

Dall’avvento sulla panchina di Lucarelli, Miccichè e compagni hanno cambiato marcia e messo il turbo per risalire la classifica che si stava facendo preoccupante con nove punti da recuperare al Sambuceto, allora capolista del torneo.

Ma torniamo alla sfida di oggi al “Comunale” di Nereto, dove è attesa una buona cornice di pubblico a fare da contorno ad una sfida tutt’altro che scontata, in virtù della posizione di classifica deficitaria dei rossoblù, fermi a 40 punti, appena due lunghezze sopra la zona play out. All’appello mancano ancora tre o quattro punti per centrare una salvezza che fino a qualche giornata fa sembrava cosa fatta, invece, le ultime quattro battute d’arresto consecutive della squadra allenata da Michele De Feudis hanno rimesso tutto in discussione.

Il Chieti,  rispetto alla gara pareggiata con Il Delfino Flacco Porto nel turno precedente, arriva con la squadra al completo dopo i rientri dalle squalifiche di Paquito Morales, Pacella e Di Marco, oltre all’influenzato Manuel Di Lallo.

Dopo la rifinitura di ieri mattina al “Marcantonio” di Cepagatti, mister Lucarelli, ha fatto il punto della situazione:

”Siamo consapevoli della nostra forza e dobbiamo andare a Nereto per ottenere i tre punti – spiega il tecnico marsicano – non sarà una passeggiata perché i vibratiani giocheranno per fare risultato perché si devono salvare. La tensione agonistica in questo momento va gestita in maniera positiva. Per tanti ragazzi potrebbe essere la prima affermazione in un campionato, vista la giovane età dell’organico. Il Nereto ha un buonissimo organico e fino a poche giornate fa erano vicini alla zona play off. Adesso sono reduci da quattro sconfitte consecutive e sono stati risucchiati in zona calda. Hanno tutte le carte in regola e giocatori importanti come Lazzarini, Antonacci e Florimbj per centrare una salvezza ampiamente alla portata. Noi però vogliamo fare festa già oggi per chiudere ogni discorso”.

I tifosi durante queste ore si stanno mobilitando per seguire la squadra in Val Vibrata. C’è grande attesa in città e vogliono essere in tanti allo stadio a sostenere i nostri ragazzi, colorando di neroverde la tribuna di casa.

“I tifosi per noi sono sempre stati importanti – prosegue il mister – a Chieti c’è uno zoccolo duro che non ha mai fatto mancare il proprio calore alla squadra. Di questo ne siamo molto contenti, perché il calcio senza tifosi non potrebbe esistere. Merito a loro che ci hanno seguito sempre con passione, sono stati una parte importante di questo cammino. Tutti noi vogliamo regalare loro il ritorno in Serie D“.

Al Chieti, dunque, basterà vincere per stappare il tappo dello champagne, senza aspettare il risultato della Torrese impegnata in casa con la Renato Curi Angolana. Altrimenti bisognerà attendere l’esito della sfida dei giallorossi.

Mister De Feudis del Nereto dovrà rinunciare all’infortunato Pagliuca.

Ad arbitrare l’incontro è stato designato Luca Pileggi della sezione di Bergamo, coadiuvato dagli assistenti Luca Chiavaroli della sezione di Pescara e Felice Mazzocchetti della sezione di Teramo.

AREA COMUNICAZIONE CHIETI F.C. 1922

UFFICIO STAMPA