COPPA ITALIA ECCELLENZA – TRIONFA IL SAN SALVO

La formazione di Rufini va sotto, pareggia nel finale di tempo con Marinelli e supera il Pineto alla mezzora della ripresa con un rigore di Di Ruocco

ORTONA. Dopo l’amaro epilogo dello scorso anno contro l’Angolana, questa volta il sintetico di Ortona consegna la Coppa al San Salvo (nella foto sopra festeggia) che supera in finale il Pineto. Il colpo d’occhio della tribuna è impressionante: oltre 1300 spettatori che riempiono il settore in ogni ordine di posti, quasi tutti di fede sansalvese. Al settore distinti un centinaio di sostenitori del Pineto.

Eppure in avvio sono i ragazzi di Donatelli a passare in vantaggio: con gli avversari protesi in avanti per la battuta di un calcio d’angolo, partono in contropiede sulla destra con Ndiaye che serve Cacciatore sul filo del fuorigioco che va tutto solo verso il solo Cialdini rimasto a difesa della propria porta, appena dentro l’area, il centrocampista serve l’ex di turno Antenucci che a porta vuota realizza la rete del vantaggio.

La risposta del San Salvo arriva al 33’ con un colpo di testa di Ianniciello di poco a lato su invito di Di Ruocco, e prontamente arriva la risposta degli avversari con una punizione di Antenucci che Cialdini alza sopra la traversa.

La gara non offre un grande spettacolo con il Pineto che, forte del vantaggio, cerca di sfruttare le ripartenze e il San Salvo che spinge sulle corsie esterne con Colitto e Di Ruocco ma non sembra poter far male in avanti.

Ma a 4’ dal riposo Colitto addomestica una palla dentro l’area e serve l’accorrente Marinelli che anticipa il suo diretto marcatore e supera Cattenari. E sempre Colitto si accentra, al 49’, e di sinistro conclude di poco a lato. Si va al riposo sull’1-1.

Riparte meglio il Pineto nella ripresa con Antenucci, servito da Orta, che a pochi passi dalla porta viene contrastato in scivolata da Conte che salva il risultato. Passano cinque minuti e Orta, servito da Rachini è sbilanciato e cade in area poco prima della conclusione reclamando il rigore, ma l’arbitro fa correre.

Riparte il San Salvo con il solito Colitto sulla sinistra con un invitante cross per il secondo palo che Cattenari fa suo anticipando l’uscita. Al 13’ Fruci ci prova su punizione da fuori area ma la mira è alta. Un minuto più tardi Felice conclude in porta, la palla carambola sui piedi di Marinelli che, dentro l’area, tira forte ma centrale tra le braccia di Cattenari.

Cresce il San Salvo che al 26’ batte una punizione dalla trequarti con Triglione, interviene Felice con una conclusione aerea che colpisce la traversa, ma l’assistente aveva già fermato il gioco.

Ancora pochi minuti e al 33’ c’è la svolta della gara: su un tiro di Ianniciello il direttore di gara vede una fallo di mani di Orta che punisce accordando la massima punizione. Sul dischetto si porta Di Ruocco (nella foto sopra) che realizza la rete della vittoria che il Pineto non riuscirà più a riequilibrare fino al triplice fischio finale.

Grande gara del giovane sansalvese Colitto, classe 1997, da una parte e del pinetese Maloku, classe 1995, dall’altra.

A fine gara il mister del San Salvo Danilo Rufini (nella foto con Ezio Memmo): “Sono molto felice. Volevamo questa Coppa, visto che in campionato siamo un po attardati. Una vittoria dedicata al presidente  Di Vaira, a questi splendidi tifosi, giunti numerosi a sostenerci e a quei quattro, cinque dirigenti che ci sono sempre vicini e fanno tanti sacrifici”.

Parole di fuoco dal dg del Pineto Roberto Giammarino (nella foto sotto): “Arbitraggio sconvolgente, ha permesso di tutto e sul gol che ha portato al rigore c’era precedentemente un fallo a centrocampo sul nostro calciatore Rachini. Non meritavamo di perdere, nel secondo tempo abbiamo giocato solo noi, vuol dire che il Pineto non è simpatico a qualcuno”.

Il presidente del Pineto Silvio Brocco la vede così: “Onore al San Salvo che ha vinto la Coppa, dobbiamo recriminare per qualcosa nel gioco e per qualche opportunità non sfruttata a dovere. Sono gare secche decise da episodi come il rigore che ci hanno fischiato contro, l’unico rammarico è stato quello di non aver potuto schierare i nostri tre centrocampisti titolari (Scartozzi, Francia e Vespa). I miei ragazzi hanno dato tutto, hanno giocato ma alla fine abbiamo perso”.

Ecco il tabellino dell’incontro:

SAN SALVO – PINETO  2-1 (1-1)

SAN SALVO: Cialdini, Felice, Ramundo (95), Triglione, Ianniciello, Conte, Ferrante (30’st Mastrojanni), D’Aulerio, Marinelli, Di Ruocco (39’st Quaranta), Colitto. A disposizione: Monaco (99), Iuliani (97), Vicoli (98), Izzi, Consolazio. Allenatore: Danilo Rufini

PINETO: Cattenari, Maloku (95), Ferretti (97), Rachini, Stacchiotti, Fruci, Antenucci, Colleluori, Orta, Cacciatore, Ndiaye. A disposizione: Mazzocchetti (98), Antonini (97), Assogna, Camporesi (97), Ciminà (98), Di Donato (95), Sorgentone (98). Allenatore: Giuseppe Donatelli

Arbitro: Valerio Pezzopane de L’Aquila (Morgante di Avezzano e Boffa di Chieti)

Reti: 10’pt Antenucci (Pineto), 41’pt Marinelli (San Salvo), 33’st Di Ruocco su rigore (San Salvo)

M.F.