DONATELLI, DINASTIA DI TECNICI VINCENTI

Salvezza a Miglianico per Peppe, titolo Primavera per il fratello Mario e play off scudetto per il figlio Marcello

Un solo cognome, tanti successi. La dinastia pescarese dei Donatelli chiude una delle sue annate più ricche di successi: Mario, diretto sportivo del settore giovanile del Genoa, da poco è diventato campione d’Italia con la Primavera rossoblu. Peppe (nella foto), tecnico del Miglianico, ha compiuto un autentico miracolo salvando la piccola società chietina alla sua prima apparizione in serie D e diventando uomo mercato per il prossimo campionato. Non solo: il figlio di Peppe, il 32enne Marcello, ha guidato ad un passo dallo scudetto gli Allievi nazionali del Genoa, dov’è passato quest’anno dopo un’esperienza positiva sempre con gli Allievi, ma ad Ascoli.

Una famiglia nel pallone, insomma, che porta alto il nome di Pescara e quello dell’Abruzzo nel panorama calcistico regionale e nazionale. «Dietro ai nostri risultati, così come a quelli dell’Empoli, c’è un lavoro bestiale. Il Genoa sa lavorare con i giovani e per me è un onore essere al servizio di questa società», aveva dichiarato Mario Donatelli dopo la finale vinta contro l’Empoli. Per il dirigente pescarese un’altra perla in carriera dopo la vittoria, sempre con il Grifone, di un torneo di Viareggio.

Mario e Giuseppe in coppia hanno lavorato in passato nel settore giovanile della Lucchese, lanciando nel grande calcio diversi giocatori attualmente in serie A, come l’attuale capitano del Genoa, Marco Rossi.

Marcello, invece, è l’astro nascente della panchina che, con il risultato di quest’anno (eliminato agli ottavi di finale per lo scudetto Allievi dai pari età della Fiorentina, vincitrice poi del tricolore), si candida a scalare presto i gradini del calcio che conta.

Orlando D’Angelo