ANGELO CARPINETA LASCIA IL CASOLI

L’allenatore della promozione abbandona. Primi contatti con Berardino, Carfagna e Bivi. Via anche il ds D'Orazio

Angelo CARPINETA (nella foto a sinistra) non sarà l’allenatore del Casoli nel prossimo campionato di Eccellenza.
Il bravo tecnico lascia i gialloblu per problemi di lavoro.

Non posso fare diversamente, devo impegnarmi al lavoro e mi sarebbe impossibile fare entrambe le cose con la giusta concentrazione. L’ho fatto questo anno, con enormi sacrifici, per il rispetto e l’attaccamento verso questa società”.

Con la società non c’è stato soltanto un rapporto all’interno dell’organizzazione sportiva ma anche di amicizia e di stima. Piuttosto che fare male entrambe le cose ho deciso di dedicarmi solamente al lavoro. Penso che l’allenamento serale sia un piccolo handicap che questo anno abbiamo superato ma nel prossimo potrebbe creare qualche problema”.

E’ stato un passo molto sofferto e mi dispiace tantissimo dover abbandonare dopo una stagione memorabile, lascio una società che mi ha reso sempre partecipe e mi ha trattato come uno di loro. Sono sereno e rilassato in questa difficile scelta, consapevole di aver dato tutto e sono molto riconoscente verso tutte quelle persone che hanno gratificato il mio lavoro”.

Anche il ds Tonino D’ORAZIO (nella foto a destra) ha provato tante volte a farlo ritornare sui suoi passi : “CARPINETA sarebbe stato il primo ad essere confermato ma l’allenatore ha fatto una scelta per il lavoro e ne dobbiamo prendere atto. BERARDINO (ex Gioia Tauro in serie D), CARFAGNA (Cuneo in C2) e BIVI (che sta aspettando qualche squadra di categoria superiore) i nomi dei primi allenatori che ho contattato. A breve sentirò qualche allenatore locale”.

Ma D’ORAZIO rimarrà a Casoli?

Ho ricevuto molte richieste tra cui quelle più importanti da Termoli e Guardiagrele”.

Guardiagrele dell’amico ANZIVINO.

A Guardiagrele con ANZIVINO ho vinto il campionato di Eccellenza e mi dispiace non poterlo seguire nella prossima avventura ma è una scelta di educazione e di rispetto per la città di Casoli. A Guardiagrele farà sicuramente bene perché è un ottimo tecnico ma non mi sento di lasciare Casoli dopo la bellissima cavalcata che ci ha portato in Eccellenza. In virtù della sana rivalità tra le due cittadine sarebbe un gesto scortese nei confronti del Casoli se andassi via“.

Il futuro del Casoli verrà presto svelato (nella prossima riunione societaria). L’unica certezza è quella di aver perso Angelo CARPINETA, una persona eccezionale e uno dei tecnici più seri e preparati dell’intero panorama calcistico dilettantistico. Un solo pensiero: che ritorni presto.

A. Col.